All for Joomla All for Webmasters
Scuola

Scuola (14)

Sant’Anastasia – Ricevuti dal sindaco Lello Abete, alunni dell'IC "T.M. De Rosa" accompagnati dai docenti hanno visitato il comune ed intervistato il sindaco che ha risposto a tutte le loro domande, con disponibilità.

Riportiamo la loro intervista.

Quale è stata l’emozione che avete provato quando siete diventato sindaco?

È stata un’emozione indescrivibile, tra la gioia, la meraviglia e la preoccupazione di affrontare tante responsabilità.

Quando entrate nel vostro studio siete soddisfatto di sedervi su quella sedia e prendere le decisioni migliori per i vostri cittadini?

Difficilmente mi siedo su quello sedia, ho sempre tanto lavoro da fare, cerco comunque di decidere sempre con coscienza e serietà, equilibrando al massimo le decisioni.

Perché vi siete candidato per diventare sindaco?

Per dare un mano al mio amato paese, ai miei amati concittadini, per lasciare un segno e per contribuire alla crescita della nostra società.

Avete alcune idee per migliorare il nostro paese anche per far arrivare più turisti?

Per migliorare il paese ci vogliono volontà e soldi, di progetti ne abbiamo tantissimi, tanti ne ho già portati avanti, anche se c’è ancora tanto da fare. Io credo di aver dato una buona spinta al paese, spero di poter continuare in tal senso anche nel prossimo mandato. se dovessi essere rieletto sindaco.

Avete mai pensato di non svolgere bene il vostro ruolo di sindaco?

Ci sono momenti di riflessione, momenti in cui bisogna prendere decisioni che non sempre sono a favore di tutti i cittadini. In ogni caso io cerco sempre di operare le mie scelte in piena coscienza e a favore del bene pubblico.

Era questo il lavoro dei vostri sogni?

Questo è stato più di un sogno; fare il sindaco è l’ambizione di tutti coloro che si affacciano alla politica. Lo sognavo e sono contento di averlo realizzato.

Avete paura del giudizio altrui riguardante il vostro lavoro?

No, perché lo faccio con coscienza.

Prima di diventare sindaco che lavoro facevate?

Lo faccio ancora. Mi occupo di previdenza, assistenza, soprattutto di pensioni, sono dipendente della UIL.

Noi ragazzi abbiamo saputo dai nostri nonni che volete assegnare dei lotti ai pensionati, però per quello che ne sappiamo ci vuole tempo. Perché non assegnate quei lotti che non vengono più coltivati alle persone che vorrebbero tanto averne uno?

Lo abbiamo già fatto. Sono stati assegnati almeno dieci lotti, si chiamano “orti sociali”, e vengono coltivati con passione, dedizione e soddisfazione. L’esperimento è andato benissimo, almeno tre o quattro volte all’anno si organizzano dei pranzi in campagna per festeggiare e io sono sempre contento di parteciparvi. Il loro grande entusiasmo ha fatto sì che io riproponessi il bando. Lo abbiamo fatto nemmeno dieci giorni fa e tra poco assegneremo altri lotti.

Avete mai pensato di fare qualcosa per noi ragazzi dato che il paese non offre nulla?

Il paese ultimamente sta vivendo un momento di grande ripresa rispetto a qualche anno fa. Tanti genitori si lamentavano per il fatto che i figli fossero costretti ad uscire nei paesi vicini, come Somma o Pomigliano. Noi siamo riusciti ad invertire questo trend grazie alla vicinanza dell’amministrazione e ad imprenditori che hanno deciso di investire nel nostro territorio. Abbiamo popolato alcune piazze, come piazza Trivio, piazza Cattaneo e Madonna dell’Arco che con l’apertura di nuovi bar e punti di riferimento sono molto vissute dai giovani.

 

Dopo aver risposto alle nostre domande il sindaco ha preso la parola e ha voluto regalarci un commento sulla nostra intervista: “Mi compiaccio per la vostra visita e mi fa molto piacere il vostro interesse verso l’amministrazione e la politica. E’ confortante sapere che giovani come voi, sono la società del futuro, del nostro territorio. Io confido in voi, nei ragazzi come voi! Il mio apprezzamento va a voi e ai vostri docenti che vi hanno accompagnato in questo percorso. Essere qui il 7 giugno quando il 90% dei ragazzi è ormai in vacanza, per capire che cosa possiamo fare per il futuro del nostro paese, vi dà un grandissimo merito. Grazie!” Grazie a voi, sindaco!

Elena C., Ilenia P., Rita R.

 

     Il Direttore

Giuseppe Piscopo

Sant’Anastasia – E' stata una splendida festa per gli studenti, ben preparati dalle docenti e dalla Dirigente del I° I.C. Maria Capone, l'ufficialità della consegna della nuova scuola, l'ex Centro Liguori, appositamente ristrutturato dall'Amministrazione. Ad accogliere il sindaco Lello Abete e l'assessore alla P.I. Bruno Beneduce, nonché il parroco don Ciccio D'Ascoli, due ali di studenti, genitori e docenti, con il personale degli uffici comunali preposti, hanno manifestato la loro soddisfazione con molti applausi spontanei.

05 Giugno

Sant’Anastasia – Un coro composto da 140 alunni del I° I.C. di Sant'Anastasia ha incantato il San Carlo, durante la rappresentazione dell'Aida in scena con professionisti teatrali di alto spessore artistico. Nell'ambito di un progetto attuato dalla Dirigente Maria Capone, denominato “Scuola Incanto”, docenti ed alunni si sono impegnati a formare e preparare all'evento un coro scolastico cui hanno partecipato le classi prima A ed F, terza A, C, D, E e la quarta B.

02 Giugno

FESTA DI FINE ANNO SCOLASTICO

Sant’Anastasia – Na – Immersi nel verde del parco pubblico noto come il boschetto, tanti divertimenti, tanta musica, gonfiabili e aree attrezzate, per trascorrere insieme una mattinata di festa e salutare l'anno scolastico. L'idea dell'assessore alla Pubblica Istruzione, Bruno Beneduce, è quella di offrire per la prima volta a tutte le classi dei tre Istituti Comprensivi ed ai genitori, ai docenti ed alla cittadinanza un'occasione di festa dedicata esclusivamente agli alunni, per stare insieme nel parco pubblico, in un clima di collaborazione tra l'Ente, le associazioni, le scuole e i ragazzi.

Sant’Anastasia – Sarà consegnata entro i primi di giugno la sede ristrutturata del Centro Liguori alla Dirigente del I° I.C. per l'utilizzo come plesso scolastico. L'ultimazione dei lavori permette al sindaco di mantenere il suo impegno e di risolvere al meglio il problema della mancanza di alule derivato dalla chiusura del plesso Sodani.

Sebbene l’UTC nel corso degli anni ha sempre cercato di tenere sotto controllo le strutture pubbliche, sottoponendole periodicamente a visite e verifiche finalizzate a riscontrare la presenza di deficienze strutturali e/o quadri fessurativi, stante la tipologia costruttiva con caratteristiche non antisismiche, per mancanza di fondi e possibilità di accedere a finanziamenti, non ha potuto eseguire al plesso Sodani una serie di lavori straordinari e verifiche al fine di adeguarlo alle vigenti norme antisismiche.

Sant’Anastasia – Un interessante incontro promosso dall’assessore alla Pubblica Istruzione si è svolto recentemente presso palazzo Siano, sede del Municipio. Riuniti in sala giunta, erano presenti l’assessore alla P.I., Bruno Beneduce e la dirigente del servizio, Margherita Beneduce, la dirigente del primo Istituto Comprensivo, Maria Capone con due docenti collaboratrici, la ditta appaltatrice del servizio mensa ed una rappresentante dei genitori. Partendo dalle prime indicazioni date dall’assessore Beneduce alle Dirigenze scolastiche, con una propria nota del marzo scorso in merito al servizio mensa, è stato affrontato il tema della consegna dei pasti e l’importanza di adottare misure di verifica prima che gli stessi pasti siano consegnati ai bambini.

Sant’Anastasia – Come comportarsi nel traffico? Quali i comportamenti giusti da adottare? Circa 400 ragazzi tra i 6 e i 18 anni, il 19 Aprile 2018, alle ore 8:30 presso l'Istituto D'Assisi–Amore di via Rosanea, Sant'Anastasia, saranno coinvolti sulla tematica "dell'attraversamento pedonale" e sui suoi risvolti, che di fatto gravano su conducenti talvolta troppo distratti.

Sant’Anastasia – Ambiente e differenziata: questi i temi principali che piccoli cittadini hanno posto all'attenzione dell'Amministrazione.

Accolti in sala consiliare dal primo cittadino, Lello Abete e dagli assessori De Simone, Caserta e B. Beneduce, nonché dal consigliere della Città Metropolitana di Napoli, Franco Iovino, gli alunni delle quarte elementari dell'I.C. Elsa Morante, appositamente preparati, hanno posto molte domande inerenti gli ambienti scolastici, la cura delle piante e dei prati, la corretta raccolta differenziata, le manutenzioni delle strade, le condotte civili e quelle incivili.

Sant’Anastasia – Hanno atteso l’arrivo del Sindaco nelle aule o accomodati in circolo nelle sale/atrio delle materne, per ricevere dalle sue mani il regalino di Pasqua e gli auguri.

Con la semplicità e la spontaneità tipica per la loro età, tutti hanno dimostrato la loro gioia, chi con gesti di meraviglia, chi non un saluto affettuoso, chi recitando la poesia, chi in coro augurando buona Pasqua.

Il dono, un sacchettino contenente ovetti di cioccolata ed un biglietto augurale, è stato gradito e le insegnanti hanno invogliato i piccoli durante la breve cerimonia di consegna del dono, segno di reale presenza delle istituzioni, conclusasi spesso con spontanei applausi.

Ringrazio la dirigente e il personale degli uffici comunali, che hanno confezionato i doni per i bambini delle materne – dice il Sindaco Lello Abete – che sono il nostro futuro ed hanno diritto alla nostra attenzione. E' sempre una gioia particolare regalare loro un momento di felicità visibile sui loro volti e cogliere la spontaneità e sincerità con la quale mi avvicinano anche solo per un saluto. Auguro a loro ed alla cittadinanza di trascorrere questa Pasqua all'insegna della serenità e della pace”.

Il Direttore - Giuseppe Piscopo