Scuola

Scuola (20)

21 Novembre

PERCORSI DIDATTICI PER ADULTI E GIOVANI

Sant’Anastasia – Approfondire i mestieri del Web e l' e-gov nonché la lingua inglese sono gli obiettivi del bando emanato dal Dirigente Antonio prof. De Michele e presentato alle associazioni del territorio dai docenti dell'Istituto d'Istruzione Secondaria Superiore "Luca Pacioli".

A seguito dell'approvazione del progetto PON 10.3.1A-FSEPON-CA-2017-56 "Fondi strutturali europei - programma operativo nazionale "Per la scuola, competenze e ambienti per l'apprendimento" 2014 -2020, l'Istituto è stato autorizzato all'avvio dell'attività per realizzare tre laboratori dal titolo “I mestieri del Web”; “e-gov” ed “English for work”, destinati a giovani ed adulti (dai 16 anni in poi) usciti dal sistema di istruzione.

I partecipanti, guidati da esperti e da tutor interni alla scuola potranno acquisire nozioni di base per lo sviluppo del pensiero computazionale e della creatività digitale, competenze richieste attualmente dal mondo del lavoro.

I corsi pomeridiani di 60 ore ciascuno prevedono che la frequenza ai moduli di almeno almeno il 75% del percorso formativo offrirà l'opportunità di conseguire attestati spendibili nel mondo lavorativo, mentre con il corso di inglese si otterrà la certificazione linguistica pari al livello B1 del QCER.

Possono presentare domanda di partecipazione i giovani/adulti del territorio e se il numero delle iscrizioni fosse superiore al massimo consentito, l'Istituto provvederà ad una selezione dando precedenza alla data di presentazione dell’istanza.

I corsi si svolgeranno presso la sede di via Europa 7/13 ISIS L. Pacioli fino a Maggio 2019.

La domanda, indirizzata al Dirigente Scolastico, dovrà essere presentata entro e non oltre le ore 12.00 del 30 Novembre 2018 presso la segreteria della scuola, compilando in ogni sua parte il modulo di iscrizione allegato al bando pubblicato in rete o da ritirare presso l'Istituto di via Europa (ex via Pomigliano).

I corsi proposti dal Pacioli perseguono obiettivi interessanti per tutti coloro che aspirano ad approfondire le proprie conoscenze e per chi ha lasciato gli studi ed aspira ad inserirsi nel mondo del lavoro. Il fatto che l'Istituto Pacioli, una realtà viva e operativa, si apre al territorio con queste opportunità per tutti – afferma l'assessore alla P.I. Bruno Beneduce - è sicuramente lodevole, soprattutto perché i corsi proposti sono di ottima qualità, aperti alla società extra-scolastica, proiettati nel concretizzare il rapporto scuola-lavoro e sono gratuiti. L'invito alla cittadinanza è quello di avvicinarsi con fiducia al Pacioli e non perdere questa buona occasione”.

Giuseppe Piscopo - Direttore

19 Novembre

Sant’Anastasia – Sarà presentato domani in sala consiliare alle ore 17,00 il bando pubblico per realizzare appositi laboratori a favore di giovani ed adulti desiderosi di continuare un percorso di apprendimento.

Il Dirigente dell'Istituto d'Istruzione Secondaria Superiore "Luca Pacioli", prof. Antonio De Michele ha emanato il Bando per offrire ai giovani/ adulti fuoriusciti dal sistema di istruzione e con almeno 16 anni di età i seguenti moduli di studio: I mestieri del Web; English for work; e-gov.

L'Istituto d'Istruzione Secondaria Superiore "Luca Pacioli", infatti, ha aderito al progetto PON 10.3 .1A-FSEPON-CA-2017-56 "Fondi strutturali europei - programma operativo nazionale "Per la scuola, competenze e ambienti per l'apprendimento" 2014 -2020.

I corsi prevedono la presenza di esperti e di tutor interni alla scuola ed alla fine del percorso gli alunni riceveranno un attestato delle competenze acquisite, valido ai fini del credito scolastico.

L’attestato finale potrà essere rilasciato solo ai partecipanti che abbiano frequentato almeno il 75% del percorso formativo.

L’obiettivo specifico dei moduli prevede azioni dirette ad acquisire competenze di base, con interventi formativi finalizzati al sostegno dei percorsi per lo sviluppo del pensiero computazionale e della creatività digitale e per lo sviluppo delle competenze di “cittadinanza digitale”.

Il Direttore - Giuseppe Piscopo

Sant’Anastasia – Sono stati consegnati con una cerimonia ufficiale i premi agli alunni dell'Istituto Statale di Istruzione Superiore “Luca Pacioli” che hanno concluso il corso di studi nell'anno scolastico 2017/2018 diplomandosi con merito e riportando la votazione di 100 e lode e 100/100.

Con il patrocinio e contributo dell'Amministrazione di Sant'Anastasia, in presenza del Sindaco Lello Abete, degli assessori Bruno Beneduce e Mariano Caserta, del Dirigente prof. Antonio De Michele, di una rappresentanza del corpo docente e varie classi di alunni del Pacioli, si è svolto presso l'aula magna l'evento organizzato per la seconda edizione del “Premio Pacioli”.

Dodici i ragazzi premiati per il merito con una pergamena, uno smart-box viaggio ed una borsa di studio ai tre ragazzi che all'esame di maturità hanno meritato la lode.

Applauditi ed emozionati i ragazzi hanno potuto dire la loro soddisfazione per il percorso di studio al Pacioli e la loro scelta del percorso universitario, che ha fatto comprendere ai presenti la molteplicità dei corsi universitari a cui il diploma del Pacioli consente di accedere.

La consegna dei premi da parte del sindaco, degli assessori, del Preside, degli insegnanti e di rappresentanti di aziende è stata salutata con entusiasmo dalla platea numerosa ed attenta nel corso della cerimonia.

Cosa dovrei dire? Tante cose, ma la cosa più importante è che questi ragazzi sono veramente favolosi, perché, al di là delle problematiche proprie di una scuola, arrivano da noi dalle famiglie più disparate, a volte con i propri problemi e noi siamo felici di seguirli, aiutarli e spronarli verso lo studio fino al conseguimento di risultati importanti per la loro crescita ed il loro futuro. Pensiamo sempre più – afferma il Preside Antonio De Michele - a portare questo Istituto all’eccellenza e stasera una bella cerimonia premia i ragazzi meritevoli, ragazzi che hanno seguito il diploma con 100 e cento e lode. Sono molti i ragazzi di questa scuola che studiano, al di là di quello che si dice; la nostra è una platea eterogenea e la diversità dei ragazzi è uno stimolo a seguirli con attenzione e formarli per il mondo del lavoro. Con il sindaco cercheremo di trovare anche delle nuove strategie educative, perché in questa scuola, aperta fino a tarda sera, diamo un’offerta formativa variegata, differenziata e complementare a quelli che sono gli indirizzi di studio”.

“Una celebrazione importante, una bella manifestazione con premi a ragazzi meritevoli che hanno conseguito un ottimo punteggio agli esami di Stato e sono premiati con una borsa di studio dal valore simbolico, ovviamente, ma di grande importanza morale e di grande stimolo per il loro futuro nel mondo del lavoro. Se si guarda con attenzione – dice il Sindaco Lello Abete - ai diversi indirizzi, molto variegati, dell'Istituto L. Pacioli si comprende facilmente che è una grande realtà territoriale, con personale di alta professionalità. merito e un grazie al preside Antonio De Michele, che insieme alla sua organizzazione, al corpo docente e non docente fanno tanto per il territorio che abbraccia tutti i paesi di provenienza dei discenti”.

Il Direttore - Giuseppe Piscopo

11 Settembre

ASSISTENZA SPECIALISTICA PRONTA

Sant’Anastasia – Già dal primo giorno di scuola l'assessore alle Politiche Sociali, Palmarosa Beneduce, ha assicurato a circa 50 soggetti diversamente abili presenti nelle scuole del territorio l'assistenza specialistica.

L’assistenza specialistica è un servizio a carico dell'Ente Locale, ottenuto tramite l'Ambito territoriale, ed è svolta mediante personale qualificato quali, ad esempio, l’educatore professionale, l’assistente educativo, il traduttore del linguaggio dei segni o il personale paramedico e psico-sociale (proveniente dalle ASL), che svolgono un lavoro essenziale nei casi di particolari deficit.

La richiesta di utilizzo del personale educativo assistenziale, necessario per l’integrazione di ciascun alunno in situazione di handicap, sollecitata dall'assessore Beneduce anche all'Ambito di Pomigliano d'Arco, tiene conto di quanto comunicato dai Dirigenti scolastici all'Ente, circa le esigenze delle singole classi da formare e/o già formate, in cui la presenza di tali specialisti è fondamentale per una effettiva integrazione scolastica, in quanto privilegia gli aspetti più strettamente educativi, assistenziali e globali, aggiungendo il loro operato a quello già oggetto di specifica azione didattica da parte dei docenti.

E' un importante servizio, perché interviene concretamente nel supporto e l'assistenza specialistica ai disabili presso le scuole, favorendo la loro inclusione, l'aumento del loro livello di autonomia e di integrazione, anche mediante attività parascolastiche ed extrascolastiche, con esclusione di quei compiti che, invece, rientrano nella competenza degli istituti scolastici.

Il 12 settembre, con l'apertura del nuovo anno scolastico, è iniziato il servizio di assistenza specialistica. Ho lavorato – dice l'assessore alle Politiche Sociali, Palmarosa Beneduce - affinché sin dal primo giorno di scuola i bambini ricevessero l'assistenza di cui necessitano. La spesa da sostenere mensilmente è stata aumentata rispetto allo scorso anno di circa il 50%.Tutti i bambini hanno gli stessi diritti!”.

Sono soddisfatto del risultato raggiunto già ad inizio anno scolastico e ringrazio l'assessore alle P.S. - dice il sindaco Lello Abete - perché assicuriamo un servizio importante e qualificante ai nostri ragazzi diversamente abili e diamo una risposta concreta alle loro famiglie”

Il Direttore - Giuseppe Piscopo

LETTERA AGLI STUDENTI PER L'ANNO SCOLASTICO

Sant’Anastasia – Inviata alle scuole del territorio la lettera del Sindaco Lello Abete e dell'assessore alla Pubblica Istruzione, Bruno Beneduce, il cui testo è:

Cari studenti,

eccoci pronti ad iniziare insieme un nuovo anno scolastico. A nome mio e di tutta l’Amministrazione Comunale, Vi giunga il più sincero augurio per l’inizio del nuovo anno scolastico, con cui comincia una nuova avventura e un importante momento di crescita per la vostra vita.

La Scuola rappresenta, per eccellenza, l’ambito fondamentale per la formazione dei cittadini di domani, ma contemporaneamente è anche il luogo in cui trascorrete la maggior parte del vostro tempo e che vi offre la possibilità di esprimere le vostre potenzialità e i vostri talenti. Lo studio, la conoscenza vi rendono liberi e vi aprono a nuovi percorsi affinché ciò che voi più desiderate diventi realtà concreta.

Voi siete il futuro della nostra Città, impegnatevi quindi con entusiasmo, costanza e passione.

Vivete quindi l’esperienza della scuola come quella di una grande comunità, in cui tutti – senza eccezioni – possono e devono dare il proprio contributo di sapienza e di umanità.

Il futuro del nostro Paese, il suo sviluppo armonico e la custodia del suo territorio, come la concordia del corpo sociale, si costruiscono a scuola, grazie all’impegno di tutti. 

Che non manchi, dunque, l’apporto di alcuno alla grande famiglia della scuola e, anzi, tutti siano incoraggiati a condividere le proprie idee ed esperienze, perché l’apprendimento del sapere risulti significativo per l’esistenza

In questo stupendo viaggio, al vostro fianco avrete dirigenti ed insegnanti validi, sempre attenti a capire le vostre esigenze ed a rendere interessante quello che potrebbe risultare di difficile comprensione

Rivolgo il mio augurio anche alle famiglie dei ragazzi, ai  Dirigenti scolastici, a tutti gli insegnanti, al personale ausiliario e non docente. Ognuno con le proprie competenze sarà artefice di una Scuola viva.

Un pensiero speciale ai più piccoli che affrontano il loro primo giorno di scuola con emozione e trepidazione: ricordate che la Scuola  vi sarà sempre vicina e vi accompagnerà durante il cammino della vostra crescita. Nella Scuola incontrerete persone, stringerete nuove amicizie, farete degli errori e imparerete a non ripeterli. Se lo vorrete, sarà un luogo magico in cui vi sentirete accolti, protetti e ascoltati. Insomma, diventerete grandi!

Infine, a Voi insegnanti, rivolgo quale particolare ringraziamento, le parole di Papa Francesco: Vi accompagni, in quest’anno che verrà, la consapevolezza che La vostra è una missione piena di ostacoli ma anche di gioie. Ma soprattutto è una missione. Una missione di amore, perché non si può insegnare senza amare e senza la consapevolezza che ciò che si dona è solo un diritto che si riconosce, quello di imparare.

E da insegnare ci sono tante cose, ma quella essenziale è la crescita di una coscienza libera, capace di confrontarsi con la realtà e di orientarsi in essa guidata dall’amore, dalla voglia di compromettersi con gli altri, di farsi carico delle loro fatiche e ferite, di rifuggire da ogni egoismo per servire il bene comune.

Il Direttore - Giuseppe Piscopo

13 Luglio

SANT'ANASTASIA – Organizzati da sei associazioni, presso vari plessi scolastici sono in piena attività i Campi Estivi 2018, patrocinati dall'Amministrazione Comunale, per promuovere attività di socializzazione e di integrazione che coinvolgono minori e adolescenti, privilegiando aspetti ludici e ricreativi.

Le associazioni A.S.D. Centro Studi Danza l'Incantesimo, Divertilandia, P.A.F. Cultura e spettacolo, Fantastic Animation, A.S.D. Fortitudo pallacanestro e la PARROCCHIA San Francesco ai Romani, ciascuna per un periodo predeterminato, in orario antimeridiano e pomeridiano, accogliendo gratuitamente, minori segnalati dai servizi Sociali dell'Ente, sono impegnate ad occupare in modo costruttivo il tempo libero dei minori e contribuire, attraverso la convivenza tra coetanei, allo sviluppo integrale della persona.

Per l'appuntamento dei campi estivi, ormai consolidatosi in città, le associazioni hanno presentato un apposito progetto, con una festa conclusiva, offrendo un servizio finora ben accolto dai cittadini, che entusiasma i ragazzi ed impegnerà, non tutti, fino all'11 agosto, in attività che vede protagonisti lo sport, la cultura, i giochi e il divertimento per varie fasce d'età, da 4 a 13 anni.

Sono stato a visitare i campi scuola estivi che sono attivi in vari plessi scolastici del territorio e va detto che tantissimi bambini, tantissime famiglie partecipano a questa iniziativa delle associazioni presenti ed operanti in paese, che noi abbiamo volentieri patrocinato dando un contributo fattivo insieme alle scuole coinvolte, mettendo a disposizione palestre e spazi aperti. Ciascuna associazione – dice il Sindaco, Lello Abete – seguendo il proprio programma offerto all'utenza ha utilizzato ed appositamente attrezzato i locali interni ed esterni con giochi di società, percorsi atletici, gonfiabili e piscine. E' sempre bellissimo vedere questi bambini anche durante l'estate ritrovarsi, fare aggregazione, divertirsi con gli animatori, attenti e preparati, che sostengono e accompagnano questa iniziativa. Quindi un grazie alle dirigenti scolastiche, alle associazioni organizzatrici e agli animatori, che lavorano sodo per impegnare i bambini in questo periodo post-scolastico, dimostrando, come dico sempre, che la scuola non è solo didattica ma anche luogo per stare insieme, crescere insieme, vedersi, confrontarsi perché il confronto li aiuta a crescere. I campi scuola estivi sono una bella realtà per la nostra comunità e va evidenziato anche il carattere educativo e sociale che essi hanno, in special modo per coloro che non possono permettersi una vacanza e/o hanno difficoltà nel relazionarsi”.

Il Direttore - Giuseppe Piscopo

 

 

Sant’Anastasia – Ricevuti dal sindaco Lello Abete, alunni dell'IC "T.M. De Rosa" accompagnati dai docenti hanno visitato il comune ed intervistato il sindaco che ha risposto a tutte le loro domande, con disponibilità.

Riportiamo la loro intervista.

Quale è stata l’emozione che avete provato quando siete diventato sindaco?

È stata un’emozione indescrivibile, tra la gioia, la meraviglia e la preoccupazione di affrontare tante responsabilità.

Quando entrate nel vostro studio siete soddisfatto di sedervi su quella sedia e prendere le decisioni migliori per i vostri cittadini?

Difficilmente mi siedo su quello sedia, ho sempre tanto lavoro da fare, cerco comunque di decidere sempre con coscienza e serietà, equilibrando al massimo le decisioni.

Perché vi siete candidato per diventare sindaco?

Per dare un mano al mio amato paese, ai miei amati concittadini, per lasciare un segno e per contribuire alla crescita della nostra società.

Avete alcune idee per migliorare il nostro paese anche per far arrivare più turisti?

Per migliorare il paese ci vogliono volontà e soldi, di progetti ne abbiamo tantissimi, tanti ne ho già portati avanti, anche se c’è ancora tanto da fare. Io credo di aver dato una buona spinta al paese, spero di poter continuare in tal senso anche nel prossimo mandato. se dovessi essere rieletto sindaco.

Avete mai pensato di non svolgere bene il vostro ruolo di sindaco?

Ci sono momenti di riflessione, momenti in cui bisogna prendere decisioni che non sempre sono a favore di tutti i cittadini. In ogni caso io cerco sempre di operare le mie scelte in piena coscienza e a favore del bene pubblico.

Era questo il lavoro dei vostri sogni?

Questo è stato più di un sogno; fare il sindaco è l’ambizione di tutti coloro che si affacciano alla politica. Lo sognavo e sono contento di averlo realizzato.

Avete paura del giudizio altrui riguardante il vostro lavoro?

No, perché lo faccio con coscienza.

Prima di diventare sindaco che lavoro facevate?

Lo faccio ancora. Mi occupo di previdenza, assistenza, soprattutto di pensioni, sono dipendente della UIL.

Noi ragazzi abbiamo saputo dai nostri nonni che volete assegnare dei lotti ai pensionati, però per quello che ne sappiamo ci vuole tempo. Perché non assegnate quei lotti che non vengono più coltivati alle persone che vorrebbero tanto averne uno?

Lo abbiamo già fatto. Sono stati assegnati almeno dieci lotti, si chiamano “orti sociali”, e vengono coltivati con passione, dedizione e soddisfazione. L’esperimento è andato benissimo, almeno tre o quattro volte all’anno si organizzano dei pranzi in campagna per festeggiare e io sono sempre contento di parteciparvi. Il loro grande entusiasmo ha fatto sì che io riproponessi il bando. Lo abbiamo fatto nemmeno dieci giorni fa e tra poco assegneremo altri lotti.

Avete mai pensato di fare qualcosa per noi ragazzi dato che il paese non offre nulla?

Il paese ultimamente sta vivendo un momento di grande ripresa rispetto a qualche anno fa. Tanti genitori si lamentavano per il fatto che i figli fossero costretti ad uscire nei paesi vicini, come Somma o Pomigliano. Noi siamo riusciti ad invertire questo trend grazie alla vicinanza dell’amministrazione e ad imprenditori che hanno deciso di investire nel nostro territorio. Abbiamo popolato alcune piazze, come piazza Trivio, piazza Cattaneo e Madonna dell’Arco che con l’apertura di nuovi bar e punti di riferimento sono molto vissute dai giovani.

 

Dopo aver risposto alle nostre domande il sindaco ha preso la parola e ha voluto regalarci un commento sulla nostra intervista: “Mi compiaccio per la vostra visita e mi fa molto piacere il vostro interesse verso l’amministrazione e la politica. E’ confortante sapere che giovani come voi, sono la società del futuro, del nostro territorio. Io confido in voi, nei ragazzi come voi! Il mio apprezzamento va a voi e ai vostri docenti che vi hanno accompagnato in questo percorso. Essere qui il 7 giugno quando il 90% dei ragazzi è ormai in vacanza, per capire che cosa possiamo fare per il futuro del nostro paese, vi dà un grandissimo merito. Grazie!” Grazie a voi, sindaco!

Elena C., Ilenia P., Rita R.

 

     Il Direttore

Giuseppe Piscopo

Sant’Anastasia – E' stata una splendida festa per gli studenti, ben preparati dalle docenti e dalla Dirigente del I° I.C. Maria Capone, l'ufficialità della consegna della nuova scuola, l'ex Centro Liguori, appositamente ristrutturato dall'Amministrazione. Ad accogliere il sindaco Lello Abete e l'assessore alla P.I. Bruno Beneduce, nonché il parroco don Ciccio D'Ascoli, due ali di studenti, genitori e docenti, con il personale degli uffici comunali preposti, hanno manifestato la loro soddisfazione con molti applausi spontanei.

05 Giugno

Sant’Anastasia – Un coro composto da 140 alunni del I° I.C. di Sant'Anastasia ha incantato il San Carlo, durante la rappresentazione dell'Aida in scena con professionisti teatrali di alto spessore artistico. Nell'ambito di un progetto attuato dalla Dirigente Maria Capone, denominato “Scuola Incanto”, docenti ed alunni si sono impegnati a formare e preparare all'evento un coro scolastico cui hanno partecipato le classi prima A ed F, terza A, C, D, E e la quarta B.