Arte

Arte (6)

25 Ottobre

IN MEMORIA DEL POETA NATALE PORRITIELLO

Sant’Anastasia – Un dialogo tra Lucianna Argentino e Vanina Zaccaria, due poetesse ed autrici ospiti della rassegna dal titolo "Il London Park Letterario", si terrà venerdì 26 ottobre, ore 18:00, presso il locale London Park, sito nel parco pubblico di via Libero Grassi, a Sant'Anastasia.

La rassegna, nata per commemorare il poeta anastasiano Natale Porritiello, seppur incentrata su di un autore in particolare, si arricchisce di versi per la presenza di tanti poeti che declamano le loro poesie, intervallate dai canti di Silvia Ciccarelli.

L'organizzazione è affidata al Circolo IncontrArci - Circolo Letterario Anastasiano di Giuseppe Vetromile - con la collaborazione dell'Associazione "Arte e Saperi" di Rita Pacilio, dello stesso "London Park" sede degli incontri e della Fondazione Lermontov di Napoli.

La rassegna, che gode del Patrocinio morale del Comune di Sant'Anastasia, nacque in seguito ad un incontro delle associazioni suddette con Natale Porritiello, cui seguì la fondazione della "Casa della Poesia di Sant'Agata de' Goti", un sodalizio culturale avente lo scopo di organizzare incontri letterari sul territorio campano per la diffusione della cultura e della poesia in particolare.

A presentare gli ospiti del prossimo incontro sarà Giuseppe Vetromile, mentre la poetessa e critico Vanina Zaccaria, presidente della Fondazione Lermontov di Napoli, condurrà i presenti alla conoscenza della poetessa Argentino.

Giuseppe Piscopo - Direttore

 

28 Giugno

Sant’Anastasia – Venticinque artisti vesuviani tra pittori, scultori e disegnatori; la bella Piazza Trivio, in pieno centro di Sant'Anastasia, a fare da sfondo. A unire il tutto: l'arte, la tradizione e la volontà di contribuire alla valorizzazione delle risorse del territorio. Torna sabato 30 giugno, a partire dalle ore 21:30 per il terzo anno consecutivo il Vesuvius Art, la rassegna estiva dell'associazione Urbe Vesuviana che nelle precedenti edizioni, tra Somma Vesuviana e Sant'Anastasia, ha saputo conquistare un folto pubblico, offrendo a tanti artisti, giovani e non, la possibilità di esporre dinanzi a un'ampia platea, le loro opere e creazioni, all'interno di un contesto curato nei minimi dettagli.

04 Aprile

IN MEMORIA DEL POETA NATALE PORRITIELLO

Sant’Anastasia – Due validissime autrici romane, Stefania Di Lino e Ksenja Laginja, saranno ospiti del secondo incontro della rassegna dal titolo "Il London Park Letterario", in programma venerdì 6 aprile, ore 18:00, presso il locale London Park, sito nel parco pubblico di via Libero Grassi, a Sant'Anastasia.

La rassegna, il cui primo incontro si è svolto il 19 ottobre scorso, ospite la poetessa Paola Casulli di Casale Monferrato, è nata per commemorare il compianto poeta anastasiano Natale Porritiello.

L'organizzazione è affidata al Circolo IncontrArci - Circolo Letterario Anastasiano di Giuseppe Vetromile - con la collaborazione dell'Associazione "Arte e Saperi" di Rita Pacilio e dello stesso "London Park" sede degli incontri.

La rassegna, che gode del Patrocinio morale del Comune di Sant'Anastasia, nacque in seguito ad un incontro delle associazioni suddette con Natale Porritiello, cui seguì la fondazione della "Casa della Poesia di Sant'Agata de' Goti", un sodalizio culturale avente lo scopo di organizzare incontri letterari sul territorio campano per la diffusione della cultura e della poesia in particolare.

A presentare gli ospiti del prossimo incontro sarà Giuseppe Vetromile, mentre la poetessa e critico Vanina Zaccaria, presidente della Fondazione Lermontov di Napoli, condurrà l'incontro relazionando brevemente sulle due autrici e dialogando con loro.

Al termine, i poeti presenti tra il pubblico potranno offrire il loro contributo leggendo propri testi o intervenendo con riflessioni e commenti.

Non mancherà la parte musicale per allietare ulteriormente la serata, grazie alle performance di Silvia Ciccarelli e Ciro Corcione.

Il Direttore - Giuseppe Piscopo

QUADRI DI PITTURA CLASSICA E DIVISIONISMO

 Sant’Anastasia – NA – Saranno esposte nelle sale di attesa dei vari reparti e nei servizi del neo-Ospedale del Mare 54 litografie del M° Domenico Rea, affermato e quotato pittore, che vanta una lunga carriera artistica ed una vita dedicata all’arte, con le sue tappe e le sue evoluzioni. Con delibere del Direttore Generale dell'ASL NA1 centro, Dr. Mario Forlenza, nel rispetto del regolamento aziendale, è stata accolta la donazione delle opere da parte del pittore anastasiano, con la loro acquisizione al patrimonio ed inventario. Le litografie donate sono frutto di due dei vari e specifici percorsi pittorici del Rea: il classicismo e il divisionismo, dal paesaggio alla tecnica degli equilibri tonali.

Mi trovai nell'Ospedale del Mare tempo fa e rimasi colpito dalla bellezza della nuova struttura, un'opera importante per tutto il territorio. Avvertii il desidero di vedere quel luogo pieno di quadri ed ora mi sento gratificato dall'onore che mi è stato dato accettando la donazione delle opere – dice il M° Rea – che rivelano una parte del mio sviluppo pittorico. Ho avuto varie evoluzioni nel percorso artistico, dal paesaggio al simbolismo (quadri di denuncia storica), dai frammenti (caos e frammentazione dell’uomo) al divisionismo, ed ultimamente sto lavorando ai collage. Spero di poter realizzare una mostra dei miei ultimi lavori a Sant'Anastasia. Ringrazio i vertici dell'Ospedale del Mare e mi sento veramente onorato perché ritengo importante lasciare in quel luogo un'impronta della mia arte e regalare emozioni a tutti coloro che poseranno lo sguardo sulle mie opere”.

E' motivo di orgoglio per la nostra comunità il fatto che il nostro artista contemporaneo abbia donato le sue litografie – commenta il Sindaco Lello Abete – alla moderna struttura ospedaliera. E' un bel gesto che certamente resterà nella memoria presente e futura”.

    Il Direttore - Giuseppe Piscopo

 

UNA VITA PER LA PITTURA

 Sant’Anastasia – NA – Accolto nella stanza municipale del primo cittadino, il M° Domenico Rea, già insegnante e noto, affermato e quotato pittore dalla carriera artistica di tutto rispetto, ha consegnato nelle mani del sindaco Lello Abete tre suoi quadri ed un libro in cui sono pubblicati recensioni, articoli, foto, storia di una vita dedicata all’arte, le tappe, i mutamenti, le ultime intuizioni. Il gesto del M° Rea è stato dettato dal suo desiderio di donare alla cittadinanza ed al paese le sue opere in segno di amore per il territorio in cui ha trascorso una vita come insegnante e pittore tra le sue tele. Insieme alla Giunta ed al sindaco, al momento emozionante della consegna è seguito il rito delle foto con le opere che ha scelto di lasciare alla città.

La donazione è stata preceduta da una delibera di Giunta, ove sono riportati il titolo, la tipologia, il valore stimato delle opere: “Il martire” – olio su tela – che ferma l’attimo di storia del caso Moro; una litografia “Autoritratto” e “Frammenti” – olio su tela – esempio del recente percorso pittorico, passato dal paesaggio agli ideali giovanili, dalla denuncia dei momenti caratterizzanti la società e la politica, alla più attuale frammentazione dell’uomo e dei principi regolatori dei rapporti interpersonali.

La motivazione con la quale l’Amministrazione ha accolto il dono è racchiusa nelle parole dell’assessore alla cultura, Carmen Aprea: la Giunta accetta la donazione in ragione dell’intrinseco valore storico e sociale che le opere rivestono per l'amministrazione comunale e l'intera collettività locale, con conseguente acquisizione delle stesse al patrimonio comunale, esprimendo apprezzamento e viva gratitudine nei confronti del maestro prof. Domenico Rea.

Sono vicino al traguardo della vita e mi stanno premiando in vari comuni italiani per il mio percorso artistico, ma l’amore più profondo è verso il mio paese e per questo desidero, con grande umiltà, donare qualcosa di mio a Sant’Anastasia attraverso l’Amministrazione – spiega il M° Rea. Sono opere che rappresentano una parte del mio sviluppo pittorico, spero possano restare esposte al Comune ed alla Biblioteca, come testimonianza della mia carriera di cui sono orgoglioso sia perché mi sono impegnato al massimo come professore, a livello didattico, sia come pittore. Ho avuto varie evoluzioni, come raccontano i quadri, dal paesaggio ai quadri denuncia di una società in declino, dal quadro che illustra un momento storico buio dell’Italia alle opere che dicono il caos e la frammentazione dell’uomo e della società. In questi ultimi miei quadri anche il colore nero trova posto, ma non contrasta con l’equilibrio tonale degli altri colori. Spero di poter realizzare un altro mio desiderio, quello di fare una mostra in paese che riguarderà le mie ultime produzioni”.

Lasciare un'impronta personale, che sintetizza il proprio percorso di vita per un paese è motivo di orgoglio. La cultura, l'estro, la fantasia del professore hanno attratto tantissime persone sia in paese che in tanti altri luoghi in Italia. Egli dona alcune delle sue opere a Sant'Anastasia – dice il Sindaco Lello Abetein modo generoso e, con soddisfazione, le accettiamo per lasciare al paese questi valori artistici, segno del suo amore, di attenzione alla cittadinanza ed all'amministrazione. Ringrazio il professore Rea a nome dell'Amministrazione e della collettività per questo gesto graditissimo”.

Il direttore - Giuseppe Piscopo

 

Sant'Anastasia (NA) – 24 maggio in poesia. Mercoledì prossimo, infatti, alle ore 17.30, piazza IV novembre, presso il Centro Sociale Anziani, che ha recentemente eletto neo presidente Franco Maione, si terrà la presentazione del libro "'E pprete 'e casa mia", di Giovanni D'Amiano, Duemme Edizioni.