All for Joomla All for Webmasters
News

News (61)

Evento eccezionale per il paese vesuviano

 Sant’Anastasia – L’assessore al bilancio, Mariano Caserta, taglia il traguardo del bilancio di previsione triennale 2018/2020 in tempi mai registrati in passato: la Giunta poco fa ha adottato il provvedimento. Nella storia del comune non sembrano esserci esempi simili, perché i bilanci degli anni passati sono stati approvati sempre ad anno in corso, spesso quasi a metà anno.

Nonostante poteva prendersi il tempo concesso dalla norma fino a febbraio 2018, l’assessore ha lavorato alacremente facendo produrre tutti gli atti propedeutici al bilancio ed ha portato a compimento il complesso documento finanziario e contabile, che permetterà all’Amministrazione Abete di essere operativa a gennaio prossimo senza dover ricorrere alle “tristemente famose” spese in dodicesimi. Questo risultato consente una più agevole realizzazione dei programmi, in quanto sarà possibile calendarizzare gli obiettivi e raggiungerli in tempi tecnici più rapidi, data la possibilità di provvedere agli impegni di spesa nella misura dovuta, senza far ricorso ad urgenze, con minor rischio di debiti fuori bilancio.

Il bilancio approvato richiama il DUP (Documento unico di programmazione), ottenuto anche su relazioni dei responsabili di P.O., con una visione d'insieme delle politiche amministrative del comune per l'anno 2018 e le informazioni fondamentali sul territorio, sulla politica dell'Ente e sulla gestione della pubblica amministrazione. E’ lo strumento necessario per tutti gli altri documenti di programmazione e permette l'attività di guida dell'Ente, articolandosi in due sezioni: strategica ed operativa.

In applicazione del principio generale della competenza finanziaria, le previsioni di entrata e di spesa iscritte in bilancio si riferiscono ad accertamenti e ad impegni che si prevede di assumere nell’anno di riferimento; l'ammontare delle somme che si prevede di imputare agli esercizi successivi è contenuto nel “Fondo Pluriennale Vincolato”.

Come allegati obbligatori, sono stati approvati lo schema triennale delle opere pubbliche, l’elenco annuale 2018, nonché il piano delle alienazioni e valorizzazioni del patrimonio immobiliare comunale.

Il Comune di Sant'Anastasia non è Ente strutturalmente deficitario o in dissesto e per questo ha potuto gestire al meglio anche tutti i servizi a domanda individuale.

Spetterà al primo Consiglio Comunale utile dire la propria sul bilancio approvato in Giunta.

Sono soddisfatto! Anche perché è la prima volta nella storia del Comune di Sant'Anastasia che un’amministrazione approva il bilancio previsionale 2018/2020 entro il 31/12/2017. Un ringraziamento speciale va rivolto alla dottoressa Rossella Romano, responsabile della Ragioneria del Comune, che ha permesso il raggiungimento dell'obiettivo. È un risultato – dice l’assessore al bilancio Mariano Caserta - che abbiamo potuto raggiungere grazie ad una programmazione preventiva ed alla condivisione di obiettivi a breve e lungo termine, delle priorità e delle scelte: un vero lavoro di squadra con la Giunta. Ciò che rappresenta la nostra azione politica è sintetizzata in questo previsionale 2018/2020, che sono sicuro darà un ulteriore slancio alla crescita di San’Anastasia. Da parte mia, sento di aver fatto il mio dovere a servizio del sindaco che mi ha dato fiducia e di tutti i cittadini della nostra comunità”.

L'atto politico-amministrativo più significativo – sottolinea il Sindaco Lello Abete - è stato fatto e devo fare i complimenti all’assessore Caserta, per la competenza e la dedizione che ha messo nel raggiungere l’obiettivo storico di approvare i bilancio a dicembre. Guardiamo al 2018 con grande serenità e certezza di realizzare gli obiettivi che ci siamo dati, mettendo le basi per far comprendere già ai primi di gennaio come vogliamo sviluppare il paese e dare impulso alla sua crescita complessiva”.

Il direttore - Giuseppe Piscopo

 

In sala consiliare la presentazione

Sant'Anastasia – Un progetto dell'associazione NOA (Nuovi Orizzonti Anastasiani) sarà presentato il 22 Dicembre, alle ore 19:00 nell'aula consiliare del comune, sita in piazza Siano.

Col patrocinio dell'Ente, che ha riconosciuto la validità della proposta quale stimolo per la creatività giovanile, sarà dato il via ad un laboratorio di scrittura e regia cinematografica, finalizzato alla realizzazione di un corto scritto e diretto dagli allievi del corso coordinato da Raffaele Ceriello, giovane regista e sceneggiatore di Somma Vesuviana.

Verrà, inoltre, proiettato il film-corto dal titolo “Per Errore”, ispirato alla vicenda di Lino Romano, operaio trentenne che la sera del 15 ottobre 2012, a Marianella, fu assassinato per un terribile scambio di persona. 

Sarà l'occasione giusta non solo per dare spazio ai giovani del territorio – dice il presidente NOA, Domenico Nocerino - ma anche per affrontare un tema delicato quale quello delle vittime innocenti delle mafie. La cittadinanza tutta è invitata a partecipare”.

Il direttore - Giuseppe Piscopo

 

12 Dicembre

IL SINDACO: “LAVOREREMO IN SINERGIA”

Sant'Anastasia (NA) – Nominato il nuovo Segretario Generale nella persona del dott. Egizio Lombardi ('68). E' stato scelto dal Sindaco, tra le tante istanze pervenute all'Ente ed a seguito di appositi colloqui, tesi a valutare la competenza per un ruolo fondamentale nel delicato compito di affiancare la Giunta ed il Consiglio Comunale e garantire la legalità.

La nomina è avvenuta a seguito della procedura avviata, presso l’Agenzia per la gestione dell’Albo dei Segretari comunali e provinciali, con la pubblicazione dell’avviso della vacanza della sede di Segretario Generale di Sant’Anastasia, Ente di Il” classe.

La sostituzione del precedente Segretario Generale, dott. Marco Caputo, era stata annunciata dal Sindaco, non appena fu ufficiale la sua nomina ad altro incarico presso l'Ospedale di Pozzuoli in veste di dirigente amministrativo.

Tra circa trenta domande, tutte riguardanti candidati di spessore, la scelta è caduta sul dott. Lombardi, per le sue doti e qualità, al quale auguro buon lavoro – dice il Sindaco Lello Abete nella certezza che ci accompagnerà fino alla conclusione del mio mandato. Troverà presso il nostro Ente ospitalità ed accoglienza, così come è avvenuto col precedente Segretario Generale. Il suo contributo all'azione amministrativa è importante, per questo gli rivolgo un grosso in bocca al lupo per il suo lavoro a servizio della comunità”.

Sicuramente sono onorato della scelta che è stata effettuata nei miei riguardi e spero di ricambiare la fiducia accordatami. Dai primi approcci avuti in questi giorni, sia prima che dopo l'incarico, mi sembra – dice il dott. Egizio Lombardi - che ci siano le condizioni affinchè il mio contributo possa essere utile al raggiungimento degli obiettivi prefissati dall'A.C., fino alla fine del mandato del sindaco, in termini di efficacia ed efficienza”.

Giuseppe Piscopo - direttore

 

 

Riportiamo parte del curriculum del dott. Lombardi:

Da marzo 2013 ad oggi

Ministero delI’Interno — Ex Agenzia autonoma per la gestione deIl’albo dei segretari comunali e provinciali

Comune di San Giuseppe Vesuviano (NA)- 32.000 abitanti circa

Comune di Pimonte (NA) - 7.000 abitanti circa (segreteria convenzionata)

Segretario comunale

Responsabile per la prevenzione della corruzione e della trasparenza

Responsabile dell’Ufficio per i procedimenti disciplinari

Responsabile deIl’Ufficio Controlli interni

Presidente della Delegazione trattante di parte pubblica

 

Da settembre 2008 a febbraio 2013

Ministero delI’Interno — Ex Agenzia autonoma per la gestione dell'albo dei segretari comunali e provinciali

Comune di Orta di Atella (CE) - 33.000 abitanti circa

Sovraordinato prefettizio e successiva nomina di Segretario comunale

Incaricato dalla Commissione Straordinaria a seguito dello scioglimento degli organi elettivi ex art. 143 del dlgs 267/2000

Confermato dal sindaco dopo Ie elezioni amministrative

Nominato dalla nuova Commissione Straordinaria dopo il secondo scioglimento dell’ente

Direttore Generate - Responsabile deIl'Ufficio per i procedimenti disciplinari Responsabile dell'area Amministrativa

Responsabile Servizio Sociale Presidente del Nucleo di valutazione

Presidente deII’Organo per il controllo di gestione

Presidente della Delegazione trattante di parte pubblica

 

Maggio 2002— Agosto 2008

Comune di San Gennaro Vesuviano (NA) - 14.000 abitanti circa

Segretario comunale

Incaricato dalla Commissione Straordinaria a seguito dello scioglimento degli organi elettivi ex art. 143 del dlgs 267/2000 - Confermato dal sindaco dopo le elezioni amministrative - Nominato dalla Commissione Straordinaria dopo il secondo scioglimento deII'Ente

Responsabile del Settore Affari Generali

Responsabile del Settore Politiche Sociali

Responsabile dell’Ufficio per il personale

Presidente del Nucleo di valutazione

Presidente de]l’Organo per ii controllo di gestione

Presidente della Delegazione trattante di parte pubblica

 

 

Sant'Anastasia (NA) – Con la presentazione di stasera, martedì 5 dicembre, alle 18,00 in sala consiliare, inizia il progetto dal titolo "Ricordando la Flobert si guarda al futuro: la sicurezza parte dal quotidiano", ideato dall'associazione Fabbrica Vesuviana. Il riferimento allo scoppio della fabbrica di giocattoli avvenuta a Sant'Anastasia l'11 aprile 1975, con un tragico bilancio di vittime, il cui ricordo è ancora vivo nei cittadini, è un punto di partenza ed un punto di arrivo: dopo la presentazione in sala consiliare, tappe intermedie sono previste per un concorso destinato agli scolari della scuola primaria e secondaria di primo grado a conclusione di un corso interattivo, giornate di formazione gratuita, valide come aggiornamento per RSPP, ASPP, preposti e lavoratori, fino ad arrivare al mese di aprile con la Giornata della Memoria in ricordo delle vittime della Flobert.

L’Associazione Fabbrica Vesuviana si propone di far accrescere nella popolazione anastasiana un’attenzione alle tematiche legate alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro ma anche in quella della vita di tutti i giorni (casa, scuola, palestre, luoghi di incontro, ecc). Creare un percorso di crescita culturale e professionale è lo scopo dell'evento, la cui apertura è affidata ai saluti del Sindaco e dell’Ass. alla Pubblica Istruzione Carmen Aprea, con interventi di rappresentanti della Uilm, dell’Inps e di Confindustria Caserta.

Il direttore - Giuseppe Piscopo

 

05 Dicembre

Al Dubai Village sono stati tantissimi i partecipanti all’evento dal titolo "Un raggio di speranza per Togoville”, che hanno dimostrato la propria vicinanza ai poveri e agli ultimi della terra, in una serata all’insegna della canzone classica napoletana, animata dalla Minopoli Band e da un gruppo di percussionisti togolesi.

Dubai Village era gremito per la festa di beneficenza organizzata dal dott. Antonio Agostino Ambrosio, il medico missionario di San Giuseppe Vesuviano che con l’associazione MamaAfrica Onlus ha realizzato in Togo un ospedale per gli indigenti.

Palpabili le emozioni in apertura, con il video realizzato dal regista sangiuseppese Jean-Luc Servino, di ritorno da Hollywood, che ha raccolto il meglio dell’avventura africana del dott. Ambrosio, da molti anni impegnato con le proprie doti mediche ed umane in Africa.

E' stata una serata speciale, cui ha partecipato Elisa Patriciello, figlia dell’eurodeputato Aldo Patriciello, la quale  ha raccontato la sua esperienza nel prestare il proprio aiuto a Togoville come volontaria. 

Al'evento sono stati presenti i sindaci di Somma Vesuviana, Nola e Saviano oltre al consigliere della Città Metropolitana di Napoli Francesco Iovino, all’onorevole Paolo Russo e ad una folta delegazione di medici,\ anche in rappresentanza del Gruppo Neuromed.

A metà Dicembre il dott. Ambrosio partirà per la sesta volta per il Togo, portando ai bisognosi la solidarietà di tanti amici del vesuviano e del nolano che hanno preso parte all’evento al Dubai Village: a fargli compagnia ci sarà Michele Carillo, imprenditore di San Giuseppe Vesuviano che ha effettuato una ricca donazione di abiti.

Presto sarò a Togoville per trasmettere ai bambini e alla popolazione il mio amore e quello di tutti” ha dichiarato Ambrosio, che non ha mancato di ringraziare l’associazione MamaAfrica e tutti i presenti.

Giuseppe Piscopo - direttore

SANT’ANASTASIA – Appelli del parroco ai fedeli ed al sindaco nella collegiata S.M. La Nova, gremita per la Santa Messa della serata conclusiva dei festeggiamenti di San Francesco Saverio. Don Francesco D'Ascoli ha esortato tutti a “vivere” sugli esempi del Santo Patrono, a non giudicare e non dare spazio alle critiche distruttive del prossimo e delle iniziative tese a favorire la crescita della comunità. La sua omelia non ha toccato solo i temi delle letture, del Vangelo e della vita del Patrono di Sant'Anastasia, ma ha affrontato i problemi principali da lui rilevati nel contatto diretto con la gente, ha esternato le sue preoccupazioni per la Fede non “visibile” ed ha sottolineato, rivolgendosi al sindaco Lello Abete, la necessità che la Caserma dei Carabinieri resti in paese.

Il presidio dei Carabinieri deve restare in paese. C'è bisogno della presenza delle Forze dell'Ordine, di Carabinieri, di Finanza, di attenzione al territorio, all'abusivismo edilizio. La caserma dei Carabinieri non deve assolutamente essere perduta, deve restare e occorre che si faccia tutto il possibile, presso il Ministero, la Questura, per avere più Carabinieri. Sindaco, è necessario avere più sicurezza in paese - ha detto il parroco don Francesco D'Ascoli è un bisogno avvertito da tutti e se occorre sono disponibile a dare il mio contributo per far restare la caserma. C'è bisogno di maggiore presenza anche della Polizia Municipale e della dirigenza comunale nei servizi da rendere alla comunità, occorre una maggiore attenzione al governo della città e, se lo dico, ho buoni motivi per affermare che la sicurezza è tra le priorità del paese. La Caserma non deve andare via”.

Il direttore - Giuseppe Piscopo

In Consiglio variazioni di bilancio e regolamenti

Sant’Anastasia – Nascono i gruppi Fratelli d'Italia, con a capo il consigliere di maggioranza Alfonso Di Fraia e Popolari per l'Europa con il consigliere di minoranza Paolo Esposito, capo gruppo. L'informazione è stata ufficializzata nel Consiglio Comunale di ieri e le novità, di fatto, non incidono sul numero complessivo dei gruppi consiliari precedenti.

La seduta del CC. ha ratificato le variazioni di bilancio adottate dalla Giunta - garantendo il permanere degli equilibri di bilancio e la coerenza con il conseguimento del saldo di competenza finale – incrementando la spesa per garantire l'assistenza specialistica di alunni ed altre attività integrative sociali, la pulizia dei regi lagni, l'adeguamento degli importi connessi ai proventi da concessioni edilizie e condoni (a fronte degli effettivi incassi realizzati e garantire adeguamenti alle norme e manutenzione delle strutture scolastiche del territorio.

Il civico consesso ha anche approvato il nuovo Regolamento di disciplina del Forum dei Giovani per la partecipazione giovanile", per meglio puntualizzare compiti e funzioni degli organismi del Forum e per consentire un accesso semplificato alle procedure d'ingresso.

All'unanimità, inoltre, i consiglieri hanno approvato l'introduzione di un nuovo articolo nel “Regolamento comunale della toponomastica e della numerazione civica”, che, nei casi di variazioni d'ufficio di molti e significativi numeri civici, permetterà all'Ente di informare la cittadinanza - invitandola munirsi della dovuta certificazione di variazione del numero civico - attraverso l'albo pretorio, il sito istituzionale, il web, la posta elettronica, i social media ed ogni altro mezzo moderno ad alta diffusione, nonché attraverso manifesti e/o locandine.

I cittadini potranno, pertanto, ritirare la comunicazione di variazione del numero civico presso gli uffici comunali, secondo un calendario specifico, da rendere noto per evitare disservizi front-office e back-office.

Giuseppe Piscopo - direttore

 

 

 

Sant’Anastasia – Due giornate di formazione per la Protezione Civile sono state tenute in aula consiliare e sul fiume Sele, per iniziare percorsi formativi intercomunali e specializzare sempre meglio i volontari. Alla presenza di sindaci ed assessori di Cercola, Massa di Somma e Sant'Anastasia, si è tenuta sabato scorso la prima giornata di formazione per i volontari dei nuclei di P.C. di Pomigliano d'Arco, Cercola, Massa di Somma, Volla, Somma Vesuviana, Contursi e Sant'Anastasia. A trattare i temi e le metodologie dei soccorsi e della salvaguardia di sé stessi nel porre in essere azioni di salvataggio è stato il Maestro di Salvamento Ciro Gifuni, Delegato provinciale di Napoli della F.I.S.A. - Federazione Italiana Salvamento Acquatico (Società Italiana Salvamento).

La formazione in aula è stata improntata su approfondimenti della figura del soccorritore, passando dalle operazioni in terra ferma a quelle in acqua, per aumentare la correttezza degli interventi e far acquisire una maggiore consapevolezza dei rischi nelle operazioni di soccorso.

Direttamente sul fiume e nel fiume Sele si è tenuta - domenica 27 novembre – la formazione operativa tesa a far sperimentare le tecniche acquisite in aula con particolari prove pratiche.

Dobbiamo puntare – dice l'assessore Fernando De Simone – alla formazione ed alla specializzazione dei nuclei di Protezione Civile, attualmente chiamati ad intervenire in situazioni critiche di ogni genere. Abbiamo sperimentato, in questi due giorni, la ricchezza dello scambio di esperienze tra vari nuclei di P.C. e per questo pensiamo, in accordo coi sindaci, di programmare altre giornate di formazione intercomunali distinte per materie e tipologia dei soccorsi”.

Giuseppe Piscopo - direttore

Sant’Anastasia – La piazza di Madonna dell’Arco ed il Pacioli sono stati al centro dei due eventi realizzati per contribuire a dare valore alla Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne: due panchine rosse in piazza Siano e piazza Arco, con la Commissione Pari Opportunità; il muro delle bambole, con l’associazione Love for Sant’Anastasia. Eventi cui ha partecipato il sindaco Lello Abete, gli assessori Palmarosa Beneduce, Carmen Aprea e Mariano Caserta. In entrambi gli eventi interventi qualificati hanno messo a fuoco sotto vari aspetti, psicologico, sociologico, culturale e didattico, la necessità di informare ed educare a conoscere i primi segnali della violenza di genere, a contrastarla ed a denunciarla senza timore, a parlarne in famiglia, a scuola, nei punti di ascolto, alle Forze dell’Ordine. In collaborazione con la Croce Rossa - Comitato di Napoli, sede di Sant'Anastasia, la CPO (Mariangela Spadaro, Luisa Merone, Marianna Barca, Lucia Busiello, Lilly Milosa, Carolina Marciano, Maria Maione, Stefania Ferraro) ha inaugurato la panchina rossa di piazza Arco.

Questa giornata passerà, ma resteranno molte cose. La panchina, innanzitutto, che riporta il numero di emergenza da contattare in caso di difficoltà, il 1522. La sinergia messa in campo, ha reso possibile attuare – dice Stefania Ferraro - una campagna significativa, con le due panchine rosse nelle piazze, con imprenditori che hanno accettato di buon grado la proposta di emettere scontrini con il numero di emergenza e rispondere con entusiasmo "ma io non lo tolgo più”.

Al Pacioli, il Dirigente Antonio De Michele ha salutato la sala gremita di alunni, oltre a professori e genitori, rimarcando l’importanza del ruolo educativo della scuola e del Pacioli che si arricchirà della collaborazione dell’Associazione Il coraggio di Briciola, per incentivare la crescita nei discenti di valori che, tra l’altro, sono alla base della non violenza.

Il convegno dal titolo “My Doll”, organizzato dal presidente Mimmo De Simone con i membri della sua associazione “Love for Sant’Anastasia”, è stato molto seguito dagli alunni del Pacioli, attenti al tema trattato ed agli interventi del sindaco, della vice-sindaco Carmen Aprea, della presidente dell’Associazione Il coraggio di Briciola dott.ssa Sonia Ferrara, del giornalista Francesco De Rosa e della sociologa Grazia Tatarella.

I due eventi, entrambi riusciti grazie all’impegno dell’assessore alle P.S. Palmarosa Beneduce, della CPO e dell’ass.ne Love for, hanno dato voce al nostro NO alla violenza sulle donne ed alla violenza di genere, fenomeni radicati in una cultura che tale non è. Purtroppo – dice il sindaco Lello Abete – ancora oggi assistiamo al verificarsi di femminicidi, per cui è necessario l’impegno di tutti e delle scuole in special modo per rendere manifesta la volontà di contribuire a costruire una società più giusta, in cui le buone prassi, il rispetto, l’aiuto reciproco siano basi solide sulle quali intessere rapporti veri di convivenza civile”.

Giuseppe Piscopo - direttore