09 Aprile

RICORDANDO LA FLOBERT, PREMI AGLI ALUNNI In evidenza

Scritto da 

Sant'Anastasia (NA) – Una tartaruga con l'elmetto da lavoro protettivo al posto del guscio ed una formica con i dispositivi di protezione, sono i due elaborati che hanno vinto il primo premio del concorso ideato dall'associazione Fabbrica Vesuviana, nell'ambito del progetto realizzato per ricordare la tragedia della Flobert e informare e formare docenti ed alunni alla sicurezza sui luoghi di lavoro.

I due elaborati saranno pubblicati sui social ed il più votato diverrà il logo di una ditta edile.

La cerimonia si è svolta stamane in sala consiliare, alla presenza del sindaco Lello Abete e dell'assessore Bruno Beneduce, del superstite Ciro Liguoro, di docenti e dirigenti, alunni, esperti e componenti dell'associazione organizzatrice.

Tutte le scuole sono state coinvolte e circa 700 alunni hanno potuto conoscere l'evento tragico dell'11 aprile 1975 e prendere coscienza delle regole fondamentali della sicurezza sui luoghi di lavoro; 50 sono stati gli elaborati degli alunni delle scuole medie e tra questi sono stati selezionati i vincitori dei due primi premi e dei due secondi premi offerti dallo sponsor.

Lo scoppio della fabbrica di giocattoli, col suo tragico bilancio di vittime, il cui ricordo è ancora vivo nei cittadini, è stato un punto di partenza per l'associazione Fabbrica Vesuviana ed un punto di arrivo per tutti i partecipanti al progetto e per l'Amministrazione anastasiana che ha concesso il patrocinio morale.

L’Associazione Fabbrica Vesuviana si è proposta all'Ente col suo progetto allo scopo di far accrescere nella popolazione più giovane l’attenzione alle tematiche legate alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro ma anche in quella della vita di tutti i giorni (casa, scuola, palestre, luoghi di incontro, ecc). Formando i docenti ed il personale ATA e, attraverso di loro, trasferendo agli alunni la sensibilizzazione alla sicurezza, realizzando varie iniziative nelle scuole, i membri dell'associazione hanno cercato di creare un comune percorso di crescita culturale e professionale.

“E' fondamentale non dimenticare il tragico venerdì 11 aprile '75, in cui dei giovanissimi concittadini di Sant'Anastasia, Pomigliano e Somma Vesuviana, pagarono con il sacrificio della loro vita la dedizione al lavoro. Un sacrificio che ancora oggi testimonia la drammaticità del problema della sicurezza sul lavoro e l’importanza di una manifestazione come quella odierna – afferma l'assessore Bruno Beneduce - che ha visto partecipare tutte le scuole ad un progetto di sensibilizzazione, di formazione per docenti, di consapevolezza della necessità di una regolamentazione che ancora oggi si avverte come fondamentale, nonostante l’evoluzione legislativa abbia già consentito di sanare gravi deficit in termini sicurezza sul lavoro”.

“Anche quest’anno ricordiamo il tragico evento che ha colpito il territorio vesuviano e che i meno giovani ricordano per averlo vissuto, mentre per i più giovani è una testimonianza storica. E' un momento di grande memoria, un momento di grande unione, soprattutto un momento che ci fa riflettere sulla sicurezza del lavoro. Tantissime iniziative sulla sicurezza del lavoro e tanti convegni sono stati fatti dal nostro comune negli anni, oggi un pensiero va a tutte le famiglie – dice il sindaco Lello Abete - che sono state colpite direttamente dal dramma dello scoppio della Flobert. Sono stati fatti dei passi avanti per la sicurezza, per migliorare la qualità di vita nel campo lavorativo, ma sicuramente ci sono grossi margini di miglioramento. Un ringraziamento a chi si impegna e si è impegnato a ricordare questa questa fatalità”.

Il direttore - Giuseppe Piscopo

Letto 35 volte Ultima modifica il Mercoledì, 10 Aprile 2019 11:30
Vota questo articolo
(1 Vota)
Devi effettuare il login per inviare commenti