News

News (82)

Sant’Anastasia – In visita al sindaco di Sant’Anastasia, questa mattina il nuovo Dirigente della Polizia di Stato di Ponticelli, Dott. Riccardo Di Vittorio, è stato accolto nella casa comunale di palazzo Siano anche dagli assessori presenti ed in particolare dall'assessore Bruno Beneduce.

Di origine pugliese il neo vice questore è stato a Napoli dal 2015, poi a Caserta ed a Poggioreale. Alla nostra domanda sulla realtà territoriale che è a lui affidata ha risposto senza esitazioni:”È una realtà difficile, ci sono problematiche serie e importanti di criminalità. Cercheremo di dare risposte immediate ed efficaci per rendere il territorio tranquillo, per perseguire la legalità individuando i soggetti che rendono critici i paesi dell’hinterland vesuviano e per offrire maggiore tutela e vivibilità ai tantissimi cittadini onesti“.

Un grande benvenuto ed un in bocca al lupo al nuovo vice questore Di Vittorio, ed un saluto affettuoso al precedente Dirigente per la proficua collaborazione - dice il sindaco Lello Abete - e per il buon rapporto che c’è stato. Auguro al neo Dirigente un ottimo lavoro e sono certo che troveremo un rapporto basato su sinergia e collaborazione per il bene della nostra comunità”.

Il Direttore - Giuseppe Piscopo

22 Agosto

 IL SINDACO: E' PRUDENTE PREVENIRE

Sant’Anastasia – I ponti presenti sul territorio, sia piccoli che grandi, saranno oggetto di censimento e verifica dello stato di manutenzione.

Il sindaco Lello Abete, con propria nota, ha incaricato il responsabile dell'U.T.C. e Lavori Pubblici di provvedere con l'ausilio degli Enti preposti ed il supporto del Comando Polizia Municipale a censire tutti i ponti, come il ponte ferroviario della Circumvesuviana che insiste su via D'Auria-via Arco, unico storicamente più noto, cui si è aggiunto anni fa quello della TAV su via Pomigliano. Ma sotto osservazione e censimento dovranno essere tutti i ponti e ponticelli, come quelli del sistema delle acque reflue dei regi lagni e lagnuoli, o quelli di strade e stradine più interne e meno trafficate, per poter ottenere una reale mappatura e poter intervenire o programmare interventi laddove risultassero criticità.

In riferimento agli ultimi avvenimenti su scala nazionale, la sicurezza e la manutenzione dei ponti è necessaria anche nel nostro paese, al fine di attuare una corretta opera di prevenzione ed intervenire o far intervenire gli Enti preposti per lavori laddove se ne ravvisi l'urgenza. E' una linea – dice il sindaco Lello Abete - già tracciata con gli interventi che abbiamo fatto per le scuole e, appunto per garantire la sicurezza ne abbiamo chiuse alcune interamente e/o parzialmente. Ritengo, senza voler creare allarmismi, che il censimento dei ponti e ponticelli vada fatto celermente e l'indirizzo che, prudentemente, ho impartito ai responsabili degli uffici preposti tende anche a conoscere il loro stato attuale, per poter avere un quadro chiaro della situazione ed agire in conseguenza".

Il direttore - Giuseppe Piscopo

IL SINDACO: E’ IL RISULTATO DELL'IMPEGNO

PER UNA QUESTIONE DI PRIMARIA IMPORTANZA 

Sant’Anastasia – Saranno i monitoraggi dell’aria da parte dell’Arpac a dare le prime risposte alle preoccupazioni che la cittadinanza avverte rispetto all’ambiente ed alla salute. Lello Abete, sindaco e cittadino anastasiano, ha seguito molto da vicino il problema sollevato ad aprile scorso da parte di cittadini allarmati per i decessi di giovani vite a causa del più brutto male del secolo ed ha ottenuto l’intervento dell’Arpac per monitorare il territorio anastasiano entro fine agosto ed inizio settembre prossimo.

Come si ricorderà si tennero una conferenza-dibattito, su iniziativa del Sindaco e dell’assessore all’ambiente Fernando De Simone ed un Consiglio Comunale Straordinario su “Ambiente e salute”, eventi caratterizzati dai contributi di esponenti del mondo scientifico e di esperti in materia ambientale, in materia di onde elettromagnetiche, di polveri sottili e di quant'altro potrebbe nuocere alla salute pubblica.

Il tutto per andare più in profondità e per invitare la cittadinanza ad essere insieme “contro ogni male” e cercare di fare chiarezza quanto più possibile sullo stato del paese. Tra i tanti esperti intervenuti, Stefano Sorvino, commissario straordinario Arpac Campania e Giuseppe Onorati, direttore tecnico Arpac, spiegarono come il loro organismo tiene sotto monitoraggio costante la qualità dell’aria. Il loro impegno, in quella circostanza, fu quello di dedicare al territorio di Sant’Anastasia una serie di analisi dirette della qualità dell’aria, fatte in loco ed in più punti mediante i mezzi mobili a loro disposizione.

La notizia data con soddisfazione dal Sindaco è proprio quella che riguarda la certezza che l’Arpac analizzerà l’aria anastasiana con mezzi ad hoc ed in più punti del paese per ottenere dei dati aggiornati ed attendibili.

L’Arpac installerà sul nostro territorio le proprie centraline per collaborare fattivamente a darci risposte relative all’inquinamento dell’aria che respiriamo. Ovviamente lo facciamo per tenere alta l’attenzione sull’ambiente, oltre ai contatti che abbiamo sempre con la Gori monitorando la qualità dell’acqua, ed oltre ai controlli che facciamo sugli uffici preposti a garantire il corretto smaltimento dei rifiuti tossici. Insomma – dice il sindaco, Lello Abete – siamo sempre in allerta per quanto riguarda l’ambiente e la vivibilità del nostro paese, sotto tutti gli aspetti. Nel corso del convegno del 26 aprile scorso con l’oncologo Francesco Schittulli, presidente lega italiana lotta contro i tumori, Sebastiano Molaro, membro del consiglio di amministrazione ATO rifiuti e Pasquale Annunziata, direttore del Distretto NA3Sud, invitai e avanzai a Stefano Sorvino, commissario straordinario Arpac Campania, la mia richiesta di avere un monitoraggio con la presenza di centraline Arpac su Sant’Anastasia. Dopo vari contatti telefonici e qualche lettera mia di sollecito, ingegneri dell’Arpac e del comune, con l’assessore De Simone hanno fatto recentemente un sopralluogo per individuare le zone in cui posizionare le centraline mobili. Il cerchio è stato ristretto a varie zone, tra cui via Pomigliano e piazza Siano. L’attenzione dell’Amministrazione è stata e sarà sempre alta e certamente saremo a fianco dell’Arpac, noi che conosciamo il territorio e le zone a rischio, per scegliere insieme i luoghi da controllare e monitorare con le centraline e con periodicità, come ad esempio le zone ai confini con Pomigliano d’Arco e quelle che insistono nella fascia compresa tra la periferia e il centro del paese”.

Il direttore - Giuseppe Piscopo

 

 

RANDAGISMO SOTTO CONTROLLO

 

Sant’Anastasia – Due collaboratrici dell'Amministrazione si occuperanno gratuitamente della tutela della salute e protezione della fauna del paese, avanzando proposte, promuovendo attività didattiche, porgetti educativi e organizzando convegni, seminari, corsi e manifestazioni dedicate agli animali domestici e non solo.

Roberta Trotolo e Simona Sequino sono, infatti, le figure scelte e nominate dal sindaco per far parte dell'Osservatorio di studio, istituito dalla Giunta Abete, che prevede le seguenti attività: interventi di carattere promozionale volti alla tutela e al benessere di tutte le specie animali che stabilmente o temporaneamente si trovano nel territorio comunale, nel pieno rispetto delle norme poste a garantire l'igiene e la salute pubblica, la pubblica sicurezza e la tutela ambientale e territoriale, con lo scopo di promuovere la corretta convivenza con l'uomo e di riconoscere alle specie animali il diritto ad una esistenza compatibile con le proprie caratteristiche biologiche ed etologiche; organizzazione di progetti, convegni, seminari, corsi e manifestazioni anche in collegamento con altri Enti a vario titolo coinvolti; studio di fattibilità per la realizzazione di un canile municipale.

Uno dei problemi che le due volontarie dovranno affrontare è il fenomeno del randagismo, tutt'ora presente nonostante gli sforzi dei servizi comunali competenti che possono autorizzare il ricovero, la custodia ed il mantenimento dei cani vaganti sul territorio cittadino, catturati dai servizi veterinari dell'ASL, presso il canile convenzionato con l'Amministrazione, non avendo questo Ente un canile municipale.

Le due giovani competenti esterne potranno interagire con le realtà del territorio per attenuare il fenomeno del randagismo e proporre soluzioni all'Ente, non escludendo progettualità tese ad ottenere risorse economiche dalla Città metropolitana, Regione, Stato e Comunità Europea.

I nostri obiettivi sono principalmente a tutela degli animali ed infatti agiamo sul territorio monitorandoli e laddove necessario controlliamo i microcip, mentre provvediamo ad alloggiare i randagi presso vari canili. Laddove vi è bisogno – dicono Roberta Trotolo e Simona Sequino - provvediamo alle cure ed alla sterilizzazione. La mancanza di un canile comunale si avverte e sicuramente avanzeremo all'Amministrazione la proposta di concederci un pezzo di terreno per il ricovero temporaneo degli animali, presso il quale tenere anche eventuali cucciolate in attesa di adozione”.

Attuando lo Statuto comunale abbiamo istituito in Giunta un organismo di supporto all'azione amministrativa, l'Osservatorio di studio sulla fauna territoriale, che potrà dare il suo contributo concreto ad affrontare e cercare di risolvere anche il fenomeno del randagismo. Ci appoggiamo – dice il Sindaco Lello Abete – ad un canile esterno per limitare i seri problemi che provocano i cani vaganti. Ritengo necessario un accordo con l'ASL, che ha già agito in paese recentemente mediante la giornata dedicata all'anagrafe canina tenutasi in piazza Siano, che ha riscosso molto gradimento nei cittadini. Le due giovani volontarie sicuramente si porranno a tutela degli animali e daremo loro il supporto giusto per arrivare presto a risultati apprezzabili”.ì

Il direttore - Giuseppe Piscopo

Sant’Anastasia – Arriva in Consiglio Comunale di questa sera, ore 18.30 presso l'aula consiliare, l'assestamento generale di bilancio e salvaguardia degli equilibri per l'esercizio 2018 approntato puntualmente dall'assessore Mariano Caserta.

Un atto importante per il civico consesso che potrà verificare l'operato della Giunta in merito a quanto programmato e stanziato dall'inizio dell'anno ad oggi, al fine di controllare il corretto utilizzo delle risorse dell'Ente, il resoconto delle entrate e delle uscite ed il pareggio del bilancio per poi dare il via libera agli stanziamenti necessari al raggiungimento degli obiettivi dell'Amministrazione fino a dicembre prossimo.

All'ordine del giorno anche l'approvazione della modifica al piano cimiteriale per la realizzazione di un impianto crematorio e della sala di commiato.

Per i regolamenti sull'imposta comunale sulle affissioni pubbliche e l'applicazione del canone per l'occupazione di spazi e aree pubbliche il civico consesso è chiamato ad approvare delle proposte di modifica ritenute più adeguate alle attuali norme vigenti.

Il Direttore - Giuseppe Piscopo

 

 

Artista vesuviano e insegnante a Sant'Anastasia

SANT'ANASTASIA – Ricevuto dal Sindaco Lello Abete, il tenore vesuviano Aniello Sepe, noto artista nazionale ed internazionale, nonché insegnante presso l'Elsa Morante di Sant'Anastasia, per i suoi molti meriti e per aver concluso la sua esperienza didattica in paese, ha avuto la sorpresa della consegna di una pergamena da parte del primo cittadino.

Il prossimo anno scolastico insegnerò in un'altra regione, ma resta forte il legame con la mia terra e con questa cittadina” ha commentato l'artista.

PER MIGLIORARE LA VIABILITA' 

Sant’Anastasia – Na – Strade del centro storico e della periferia del paese sono state interessate da lavori di riqualificazione e manutenzione, secondo il programma dell'amministrazione, che intende dare maggiore impulso alla sicurezza stradale, alla vivibilità di piazze, marciapiedi e strade, alla bellezza della cittadina vesuviana. 

Una completa ripavimentazione del manto stradale è stata effettuata in via Marciano e in via San Martino, su indirizzo dell'Amministrazione seguito dal sopralluogo da parte dell'U.T.C., che, riscontrando la necessità intervenire sul manto stradale fortemente compromesso, ha provveduto ad appaltare i lavori per il ripristino delle corsie e la posa in opera del nuovo strato di asfalto.

SANT'ANASTASIA – Tecnologia e software a servizio della promozione di luoghi turistici in Italia e nel mondo. Dall'idea alla realizzazione dell'App per Android, Apple e Internet denominata “Viaggi in saldo” (www.viaggiinsaldo.it) completamente gratuita. L'innovazione offerta dai tre giovani (anastasiani e vesuviani) autori dell'App, ing. P. P., dott. R. S. e grafic designer S. G., è ciò che nel mondo moderno - dove tutto è veloce e in continuo mutamento, dove le distanze sono ormai ridotte al minimo dai mezzi di trasporto e/o metaforicamente annullate dai nuovi media e il digitale portatile, dove le informazioni sulle bellezze naturali, archeologiche, culturali e storiche dei popoli del globo sono a portata di un click - può affascinare i viaggiatori incalliti, i gruppi di amici e i nuovi utenti: il viaggio-vacanza breve, in località attrattive ed a prezzi competitivi.

SANT'ANASTASIA – Sarà realizzato dalla ditta Quattrocolori sas, attraverso la propria divisione “R.P.D. Professional Service”, un nuovo “modello organizzativo” per il trattamento dei dati delle persone fisiche in possesso dell'Ente.

Partendo dalla preliminare analisi dei rischi, saranno individuate le migliori strategie volte a presidiare i trattamenti di dati effettuati finora e quelli futuri, mediante un’attenzione multidisciplinare alle specificità della struttura e della tipologia di trattamento, sia dal punto di vista della sicurezza informatica e in conformità agli obblighi legali, sia in considerazione del modello di archiviazione e gestione dei dati trattati.

Tutto ciò al fine di ottemperare agli obblighi imposti dal Regolamento Europeo Privacy UE/2016/679 o GDPR (General Data Protection Regulation) che stabilisce le nuove norme in materia di protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché le norme relative alla loro libera circolazione.

L'Ente dovrà dotarsi di nuove figure soggettive e professionali che dovranno presidiare i processi organizzativi interni per garantire un corretto trattamento dei dati personali, tra cui la figura del Responsabile della Protezione dei dati personali (DPO), nonché adottare nuove misure tecniche volte a garantire l’integrità e la riservatezza dei dati, la disponibilità e la resilienza dei sistemi e dei servizi di trattamento, la disponibilità e l’accesso dei dati personali in caso di incidente fisico o tecnico, la verifica e la valutazione dell’efficacia delle misure tecniche e organizzative messe in atto.

Quattrocolori sas, attraverso la d.ssa Giuseppina Gaia Ferrante della divisione “R.P.D. Professional Service”, farà da Responsabile della Protezione dei Dati (R.P.D.) e seguirà il Titolare del trattamento e/o il Responsabile del trattamento comunale, mediante servizi ed affiancamenti quali ad es.: informare e fornire consulenza al titolare del trattamento o al responsabile del trattamento nonché ai dipendenti che eseguono il trattamento in merito agli obblighi derivanti dal RGPD (art. 30), nonché da altre disposizioni nazionali o dell’Unione relative alla protezione dei dati; sorvegliare l’osservanza del RGPD, di altre disposizioni nazionali o dell’Unione relative alla protezione dei dati nonché delle politiche del titolare del trattamento o del responsabile del trattamento in materia di protezione dei dati personali, compresi l’attribuzione delle responsabilità, la sensibilizzazione e la formazione del personale che partecipa ai trattamenti e alle connesse attività di controllo; cooperare con il Garante per la protezione dei dati personali ed assicurare ai dipendenti comunali la dovuta formazione, al fine di promuovere la cultura della protezione dei dati all’interno dell’Ente e, di conseguenza, di tutti i cittadini interessati.

Il Direttore - Giuseppe Piscopo