All for Joomla All for Webmasters

Sant’Anastasia – In vista della prossima stagione autunnale ed in previsione delle piogge, che, ove fossero abbondanti, potrebbero esporre a rischi di allagamenti e/o frane provenienti dal Monte Somma, recentemente interessato da incendi, l'Amministrazione Comunale ha provveduto a rimettere a sistema tutti i Regi Lagni regionali, grazie a fondi stanziati dalla Regione Campania, a pulire e rendere funzionanti i lagni del territorio di proprietà comunale con propri investimenti ed a pulire buona parte delle caditoie. A breve sono previsti sia gli interventi di pulizia e messa a regime di tutte le caditoie, sia un nuovo monitoraggio dell'intero sistema di raccolta e defluizione delle acque piovane, al fine di evitare problemi idrogeologici alla collettività, nella consapevolezza che l'opera di prevenzione svolta e da svolgere certamente si inquadra nelle buone pratiche di una corretta gestione del territorio.

L'attenzione alla manutenzione dei Regi Lagni, lagni e lagnuoli comunali, griglie e caditoie, è stata anticipata dall'Amministrazione, rispetto agli anni scorsi, con interventi di rimozione di rifiuti, inerti o vegetazione infestante per ottenere un efficiente funzionamento del sistema di deflusso delle acque bianche, che sia in grado di contenere, in caso di piogge abbondanti detriti e sterpaglie solitamente trascinate a valle ed a volte arrivate fin sulle strade cittadine. Un'opera importante di prevenzione a protezione dei cittadini, che certamente porrà l'Amministrazione in grado di affrontare eventuali emergenze non prevedibili.

"Tutto ciò è in linea con quanto emerso dalla Conferenza Provinciale Permanente tenutasi il 7 agosto in Prefettura - dice la vice-sindaco Carmen Aprea. Tengo a precisare che la nostra Amministrazione tutti gli anni ha attenzionato il sistema idrogeologico del territorio ed in particolare i regi lagni e le caditoie. Quest'anno, dato il verificarsi degli incendi boschivi sul monte Somma, abbiamo ritenuto opportuno anticipare gli interventi sui sistemi che raccolgono le acque piovane e potenziarli al fine di prevenire ed evitare ulteriori emergenze sul territorio. Lunedì 14 agosto si terrà una riunione nell'ufficio Ambiente per provvedere a stilare un programma ed una progettualità di azioni preventive da sottoporre all'attenzione della Regione Campania, resasi disponibile a collaborare con gli Enti Locali, per tenere sotto controllo stabile i rischi idrogeologici".

Il direttore - Giuseppe Piscopo

La sezione dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Napoli (Rappresentanza di Sant'Anastasia) e l'ASD Real Vesuviana, nel mese di Maggio c.a. hanno firmato un protocollo d'intesa con l'ASD La Fattoria, Associazione specializzata in attività E.D.A. (Equitazione Diversamente Abili) sita ad Ercolano, alle pendici del Vesuvio. E’ da questo sodalizio che si realizza il Progetto “Fidati di lui…ciecamente”.

Il Gruppo Sportivo A.S.D. Real Vesuviana, nato nel 2009 per promuovere lo sport per disabili visivi, condivide il trinomio Sport-Disabilità-Inclusione sostenendo, altresì, che lo sport, in caso di disabilità diventa una vera e propria Riabilitazione…ma, oltre ad avere valore riabilitativo e terapeutico, ha anche una valenza sociale ed affettiva perché favorisce momenti di integrazione, socializzazione e crescita intellettiva, emotiva. interpersonale e relazionale.

Lo sport promuove la socialità  grazie alle regole e al gioco di squadra e, nel caso di bambini disabili, stimola i complessi meccanismi percettivi, affina la lateralizzazione, la coordinazione muscolare e la motricità fine.

Tanti altri sono i benefici che lo sport conferisce ad una persona disabile, infatti, oltre a rappresentare un vero e proprio impegno nello sfidare i propri limiti, esso aiuta anche a superare la paura nell’affrontare i pregiudizi, evitando così il conseguente isolamento, aiutandola, al contrario, ad allargare la propria cerchia di amici evitando così il tunnel della depressione.

Sulla base di questi concetti si e’ dato vita al Progetto di equitazione “Fidati di lui…ciecamente” che ha come scopo far trascorrere in allegria, ai disabili visivi, momenti di attività sociale e ricreativa e trarre tutti i benefici dello stare a contatto con i cavalli; il cavallo, infatti, permette di crescere, vincere le proprie paure e lavorare su se stessi per guadagnare la sua fiducia creando un legame molto forte. La Pet Therapy e' importantissima in caso di disabilita' in quanto, grazie alla relazione con l'animale, si possono trovare nuovi entusiasmo e motivazione nell'affrontare piccoli compiti quotidiani e sperimentare una modalita' facile e spontanea di interazione. Altri benefici della Pet Therapy sono: diminuzione dell'ansia e dell'apatia; miglioramento dell'attenzione; aumento dell'autostima; miglioramento delle capacita' motorie e dell'abilita' manuale.

Il progetto e' rivolto ad adulti e ragazzi affetti da minorazione visiva (Ipovedenti e Ciechi) Soci dell'UICI, i Soci che hanno aderito al Progetto, durante i primi tre incontri, hanno mostrato un grande entusiasmo non solo perche’ si sono sviluppate nuove amicizie e momenti di integrazione, ma, hanno dichiarato che il contatto con la natura offre sollievo alla mente e allo spirito rendendoli Liberi.

Gli incontri sono sospesi a causa della vacanza estiva, il prossimo appuntamento e’ previsto per martedì 5 settembre presso “La Fattoria”.

"C'è qualcosa nel corpo del cavallo che fa bene all'animo dell'uomo" (W. Goethe)

Il direttore - Giuseppe Piscopo

UNA VITA PER LA PITTURA

 Sant’Anastasia – NA – Accolto nella stanza municipale del primo cittadino, il M° Domenico Rea, già insegnante e noto, affermato e quotato pittore dalla carriera artistica di tutto rispetto, ha consegnato nelle mani del sindaco Lello Abete tre suoi quadri ed un libro in cui sono pubblicati recensioni, articoli, foto, storia di una vita dedicata all’arte, le tappe, i mutamenti, le ultime intuizioni. Il gesto del M° Rea è stato dettato dal suo desiderio di donare alla cittadinanza ed al paese le sue opere in segno di amore per il territorio in cui ha trascorso una vita come insegnante e pittore tra le sue tele. Insieme alla Giunta ed al sindaco, al momento emozionante della consegna è seguito il rito delle foto con le opere che ha scelto di lasciare alla città.

La donazione è stata preceduta da una delibera di Giunta, ove sono riportati il titolo, la tipologia, il valore stimato delle opere: “Il martire” – olio su tela – che ferma l’attimo di storia del caso Moro; una litografia “Autoritratto” e “Frammenti” – olio su tela – esempio del recente percorso pittorico, passato dal paesaggio agli ideali giovanili, dalla denuncia dei momenti caratterizzanti la società e la politica, alla più attuale frammentazione dell’uomo e dei principi regolatori dei rapporti interpersonali.

La motivazione con la quale l’Amministrazione ha accolto il dono è racchiusa nelle parole dell’assessore alla cultura, Carmen Aprea: la Giunta accetta la donazione in ragione dell’intrinseco valore storico e sociale che le opere rivestono per l'amministrazione comunale e l'intera collettività locale, con conseguente acquisizione delle stesse al patrimonio comunale, esprimendo apprezzamento e viva gratitudine nei confronti del maestro prof. Domenico Rea.

Sono vicino al traguardo della vita e mi stanno premiando in vari comuni italiani per il mio percorso artistico, ma l’amore più profondo è verso il mio paese e per questo desidero, con grande umiltà, donare qualcosa di mio a Sant’Anastasia attraverso l’Amministrazione – spiega il M° Rea. Sono opere che rappresentano una parte del mio sviluppo pittorico, spero possano restare esposte al Comune ed alla Biblioteca, come testimonianza della mia carriera di cui sono orgoglioso sia perché mi sono impegnato al massimo come professore, a livello didattico, sia come pittore. Ho avuto varie evoluzioni, come raccontano i quadri, dal paesaggio ai quadri denuncia di una società in declino, dal quadro che illustra un momento storico buio dell’Italia alle opere che dicono il caos e la frammentazione dell’uomo e della società. In questi ultimi miei quadri anche il colore nero trova posto, ma non contrasta con l’equilibrio tonale degli altri colori. Spero di poter realizzare un altro mio desiderio, quello di fare una mostra in paese che riguarderà le mie ultime produzioni”.

Lasciare un'impronta personale, che sintetizza il proprio percorso di vita per un paese è motivo di orgoglio. La cultura, l'estro, la fantasia del professore hanno attratto tantissime persone sia in paese che in tanti altri luoghi in Italia. Egli dona alcune delle sue opere a Sant'Anastasia – dice il Sindaco Lello Abetein modo generoso e, con soddisfazione, le accettiamo per lasciare al paese questi valori artistici, segno del suo amore, di attenzione alla cittadinanza ed all'amministrazione. Ringrazio il professore Rea a nome dell'Amministrazione e della collettività per questo gesto graditissimo”.

Il direttore - Giuseppe Piscopo

 

Assestamento Bilancio, unanime l’approvazione

Sant’Anastasia – "Sono stati dieci giorni difficili, di grande difficoltà e disagio, abbiamo avuto difficoltà a spegnere i vari focolai con i pochi uomini e mezzi per gestire l'emergenza. e con i vigili del fuoco. A terra gli uomini c'erano, ma i focolai erano in punti senza sentieri, difficili da raggiungere. Abbiamo registrato grandi danni per l'agricoltura, flora e fauna, con rischi idrogeologici. È scattata una grande solidarietà con i sindaci dei comuni coinvolti. Ci siamo incontrati col Presidente del Parco – ha detto il sindaco Lello Abete - ed abbiamo deciso di chiedere lo stato di emergenza al Prefetto ed al presidente della regione Campania e il Prefetto ci ha convocato. Lo stato di emergenza non è certamente finito, anzi occorre continuare a tenere alta l'attenzione anche in vista dei prossimi mesi, che saranno sicuramente caratterizzati da temperature elevate e relativi rischi incendio, quindi si dovrà monitorare il Monte Somma, come già stiamo facendo, ed anche pensare a come porre rimedio al dissesto. E’ urgente, infatti, una bonifica e messa in sicurezza, ma occorre anche dire che abbiamo bisogno di uomini per controllare il territorio, monitorarlo con mezzi idonei e affrontare eventuali altre emergenze, che ci devono trovare preparati."

Il Sindaco, nel recente Consiglio Comunale, ha riferito ai presenti gli ultimi avvenimenti collegati agli incendi, la cui natura va accertata, ed il grande lavoro svolto per fronteggiarli.

Più volte ringraziati, anche sui social, gli uomini dei canadair, degli elicotteri e quelli del presidio posto in piazza Sodano, VV.FF. e Protezione Civile, presenti ed all’opera h24. Pronti a ricevere segnalazioni dei cittadini, instancabili nel portarsi sul Monte Somma, fin dove era accessibile, per spegnere gli incendi.

"Abbiamo affrontato quest'emergenza con decisione e con tempestività, contrariamente a quanto incautamente diffuso da taluni, e laddove i nostri mezzi ci hanno permesso di intervenire abbiamo raggiunto risultati notevoli ed immediati - dice che l'assessore Fernando De Simone. La situazione attualmente è abbastanza sotto controllo e saremo, ovviamente, vigili, continueremo a sorvegliare il territorio, pronti a chiedere interventi straordinari a difesa del nostro monte”.

Al consiglio è stata, poi, sottoposta la delibera relativa all’assestamento e salvaguardia degli equilibri del bilancio 2017. Un documento importante per fare il punto della situazione delle spese e delle entrate, rapportandosi anche ai servizi da assicurare al cittadino, che comprende, in particolare, le variazioni di cassa, per adeguare la cassa agli stanziamenti e l'incarico per il PUC, ed è stato approvato all’unanimità. L’assessore al ramo, Mariano Caserta, ha portato all’attenzione del Consiglio Comunale, prima dell’approvazione dell’assestamento, le delibere di variazione del bilancio, adottate d’urgenza dalla Giunta e da ratificare a cura dei consiglieri, illustrandole e spiegandone le motivazioni. Una delle variazioni si è resa necessaria per accogliere, in entrata, i fondi del Ministero degli Interni, riguardanti la formazione del Servizio Civile e contestualmente istituire il relativo capitolo di spesa per consentire all'ufficio P.S. di affidare tale formazione obbligatoria. Sono stati adeguati gli stanziamenti di spesa alla nuova programmazione del personale, con delibera di Giunta n. 182 del 20/06/17. Un atto necessario in quanto l’Amministrazione ha proceduto ad effettuare due assunzioni, una nel settore politiche sociali l'altra nell'ufficio tributi, la cui decorrenza è stata anticipata rispetto alle previsioni.

E’ mio parere che il nostro è un bilancio sano e rispetta pienamente il pareggio. L’assestamento del bilancio, che il consiglio comunale ha approvato all’unanimità, è stato preceduto da tutti i controlli contabili (congruità FCDE, verifica FPV, verifica equilibri, verifica equivalenza nelle partite di giro, tenendo conto delle eventuali situazioni debitorie, ecc.), ed abbiamo – spiega l’assessore al ramo Mariano Caserta - adeguato la cassa agli stanziamenti, grazie a precedenti delibere di Giunta, ratificate dal consiglio, al fine di non trascurare le priorità dell'Ente. Com'è noto, la nostra Amministrazione è vicina alle problematiche relative alle scuole, pur trovandoci ad oggi in un contesto recessivo che ha visto drasticamente ridurre le possibilità di azione da parte dell’Ente. Si è provveduto, ad es., a far fronte alla sostituzione di 3 pali dell'illuminazione esterna al plesso scolastico S.Caterina da Siena, con la copertura della spesa per attraverso l'utilizzo di economie di mutui trasferite dalla cassa depositi e prestiti. Quest'operazione ha permesso di non caricare il bilancio comunale di ulteriori spese. Anzi, la scelta di utilizzare le economie è nata proprio dall'esigenza di sfruttare al meglio le risorse comunali a disposizione. Ovviamente, quando predisponemmo il bilancio la necessità di tale intervento non era prevedibile. Questo è solo un piccolo esempio per far comprendere come occorre prestare le dovute attenzioni a tutte le voci di bilancio in uscita ed alle entrate”.

Giuseppe Piscopo - direttore

25 Luglio

Sant’Anastasia – Le difficoltà di frequentare liberamente il territorio mediante l’abbattimento delle barriere architettoniche è stato un argomento affrontato nel primo tavolo di lavoro tenutosi in sala giunta. Il Responsabile delle Politiche Sociali, dott.ssa Margherita Beneduce, ha convocato il Gruppo di Lavoro comunale intersettoriale (Ufficio LL.PP.- Ufficio Urbanistica – P.M. - Ufficio Politiche Sociali) per l’attivazione del Tavolo sulla disabilità, al quale erano presenti diverse associazioni, coinvolte nel percorso di realizzazione dei P.E.B.A.: Associazione Qua la mano, Solid'Arte, Antares ed UICI.

Nel corso del tavolo P.E.B.A., seguito alla delibera di Giunta che dettò le linee di indirizzo per la predisposizione del piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche, ha iniziato, le associazioni hanno iniziato ad esporre le carenze del territorio e le difficoltà che una persona diversamente abile affronta quotidianamente: la percorrenza dei marciapiedi, il raggiungere le strisce pedonali e il trovare liberi i pedaggi riservati. E' stata, poi, proposto di fare un percorso di sensibilizzazione nelle scuole ed una mappatura del territorio per individuare le zone in cui operare, iniziando da piazza Cattaneo, via A. D'Auria, via Roma e dalla prima parte di via M. De Rosa.

E' importante che il comune di Sant'Anastasia – dicono i presidenti ed i rappresentanti delle associazioni Giuseppe Fornaro, Prota Patrizia, Daniele Marrazzo e Sandra Minichini - abbia istituito questo tavolo di lavoro per affrontare la vivibilità del paese ed abbia coinvolto noi associazioni per un confronto costruttivo sui temi della disabilità e la condivisione degli obiettivi”.

Mi impegnerò con la squadra di manutenzione con sopralluoghi mirati per eliminare le criticità al momento risolvibili. Invito i cittadini – dice l'ing. Luigi Coppola – a segnalare gli ostacoli urbani che possono rappresentare intralcio alla deambulazione ed ai quali è possibile dare immediata soluzione”.

Credo – dice la dott.ssa Margherita Beneduce – sia anche necessaria l'informazione ai più piccoli, attuando nelle scuole progetti/incontri di sensibilizzazione, al fine di far conoscere le barriere architettoniche, i loro effetti negativi e le possibilità di eliminarle al fine di ottenere un paese da percorrere, per tutti i cittadini, senza ostacoli”.

Buono il primo incontro del gruppo di lavoro per la riduzione delle barriere architettoniche. La premessa generale – afferma l’ass.re Rossella Beneduce – è alla sensibilizzazione del “pensiero inclusivo” che deve trasversalmente arrivare a tutti i settori dell'amministrazione civica. Percorrere la strada della riduzione delle barriere architettoniche e dell'inclusione sociale significa porre la questione della disabilità nella dimensione sociale del diritto di cittadinanza, perché riguarda tutti coloro che partecipano alla vita sociale all'interno di un contesto: includere vuol dire offrire l'opportunità di essere cittadini a tutti gli effetti”.

Ci avviamo, creando le basi, alla programmazione di interventi per eliminare gli ostacoli - dice il sindaco Lello Abete – che non permettono fruibilità di spazi e strade a tutti i cittadini, mantenendo così l'impegno di far scaturire dal Gruppo di Lavoro comunale intersettoriale le proposte di soluzioni, che serviranno a programmare le opere”.

  Giuseppe Piscopo - direttore

 

 

STRUTTURA AD HOC A SUPPORTO DEGLI ENTI IMPEGNATI

di: Comunicato stampa GORI - Al fine di supportare le attività di spegnimento degli incendi che purtroppo stanno interessando diverse aree del territorio campano ed in particolare l’area del Vesuvio, GORI sta fornendo massimo supporto agli enti impegnati in prima linea (Protezione Civile, Vigili del Fuoco, Forze dell’Ordine e Amministrazioni comunali), grazie ad una struttura interna che prevede l’impiego sul campo di oltre 50 tra tecnici e operai impegnati al momento nei Comuni di Torre del Greco, Trecase, Ercolano, San Sebastiano al Vesuvio, Massa di Somma, Boscotrecase, Terzigno, Ottaviano e Pollena Trocchia.

Lo stato di emergenza rende necessaria la realizzazione di punti di prelievo dell’acqua straordinari ed improvvisi nella zona della cinta alta del Vesuvio, in particolare dove le fiamme sono più vicine ai centri abitati, utili sia per lo spegnimento degli incendi che per il lavaggio delle strade, necessario per evitare il propagare delle fiamme.

L’azienda sta inoltre provvedendo all’invio di autobotti nei luoghi di maggiore criticità ed ha fornito bocche antincendio per consentire il proseguimento degli spegnimenti del fuoco da terra nelle ore notturne, durante le soste dei canadair. I tecnici GORI stanno supportando allo stesso tempo anche i Comuni di Corbara e Vico Equense, alle prese con un altro fronte di incendio.

E’ un’azione doverosa dalla quale non ci tiriamo indietro, anche perché la tutela dell’ambiente è uno dei nostri principali obbiettivi, ma qui c’è ancor di più perché in gioco ci sono vite umane, fabbricati coltivazioni - spiega il presidente di GORI, Michele Di Natale. Proseguiremo la sinergia con tutti i soggetti preposti, ai quali diamo atto di un impegno straordinario, fino al termine dello stato di emergenza” 

Seguiamo con la massima attenzione l’evoluzione dell’emergenza, sperando che sia risolta nel più breve tempo possibile – conclude l’amministratore delegato Claudio Cosentino. Abbiamo deciso di costituire una struttura interna dedicata alla problematica incendi al fine di avere la massima tempestività ed efficacia nelle azioni di supporto ai soggetti impegnati in prima linea nelle attività di spegnimento”.  

Giuseppe Piscopo - direttore

12 Luglio

Sant’Anastasia - Un progetto europeo dell'Ambito n. 25 - Pomigliano e Sant'Anastasia - è stato approvato e finanziato per € 1.171.483,00 con decreto dell'AdG n. 239 del 28 giugno 2017. 

 DIFFERENZIATA, FIOCCANO MULTE 

Sant'Anastasia (NA) – Tremila EURO di multe in trenta giorni: questo il risultato dei controlli effettuati presso condomini e abitazioni civili in merito alla raccolta differenziata.

Da inizio a fine giugno scorso, una task-force con a turno sei uomini della Polizia Municipale e delle Guardie Ambientali, diretta dal Comandante Fabrizio Palladino, è stata dedicata alla “Operazione Sant'Anastasia pulita” e, quindi, alla verifica del deposito dei rifiuti porta a porta, al fine di rilevarne le criticità. Il lavoro svolto dal personale è stato puntuale e mirato, tanto da portare ad elevare circa € 3.000,00 di sanzioni per violazione dell'ordinanza sul corretto deposito dei rifiuti, rientranti nel programma della raccolta differenziata.

Raggiunti dalle multe sia amministratori di condominio per il deposito di sacchetti di rifiuti in difformità al calendario per la raccolta differenziata sia privati cittadini che, in vari casi, depositano fuori orario. Dai controlli effettuati risulta che il centro del paese sta migliorando, mentre più critica è la zona boschetto.

La task-force in campo con un servizio periodico deve avere tolleranza zero contro il deposito incontrollato di rifiuti, elevare contravvenzioni e applicare un procedimento penale laddove possibile, al fine di azzerare fenomeni di inciviltà che minano l'immagine del paese e danneggiano l'intero sistema di raccolta porta a porta dei rifiuti.

Ricordiamo le regole della raccolta porta a porta: dalle ore 20:00 alle ore 4:00 del mattino successivo, l'umido – sacchetto bianco biodegradabile - potrà essere depositato in sacchetti trasparenti presso la propria abitazione nei giorni di domenica, mercoledì e venerdì; l'indifferenziato – sacchetto grigio - potrà essere depositato solo il lunedì; per plastica e metalli in sacchetto giallo il martedì; carta, cartone e tetrapak in sacchetto azzurro il giovedì.

Gli esercenti commerciali, invece, potranno depositare, davanti al proprio esercizio ed in modo ordinato, gli imballaggi di cartone il lunedì, il mercoledì ed il venerdì; la domenica è dedicata al vetro depositato nei contenitori blu distribuiti alle famiglie. Pile e farmaci tutti i giorni possono essere portati rispettivamente nei negozi autorizzati e nelle farmacie; gli oli esausti nell'isola ecologica e gli indumenti negli appositi contenitori presenti sul territorio.

Un ritiro su prenotazione telefonica è previsto per gli ingombranti. E' sufficiente una sola telefonata di prenotazione al numero verde 800767625 per ottenere il ritiro di pannolini e pannoloni, ben raccolti in sacchetti trasparenti, da depositare poi il giovedì davanti al proprio domicilio.

Abbiamo messo in campo la task-force di 6 uomini tra polizia municipale e guardie ambientali, coordinati dal Comandante dott. Fabrizio Palladino, nell'operazione "Sant'Anastasia Pulita", perché per chi non differenzia c'è e ci sarà tolleranza zero! Le sanzioni amministrative elevate in un solo mese sono tante e questo è un chiaro segno che l'inciviltà ancora è presente in alcuni cittadini, ma per colpa di pochi non possono pagare in tanti. Una differenziata efficiente vuol dire, prima di tutto, poter ridurre la tassa sui rifiuti – dice il Sindaco Lello Abete. Lo abbiamo comunicato e spiegato in tutto paese! Spiegatelo a vostri vicini, ai vostri familiari, ai vostri amici: dateci una mano in questa battaglia che molti "fanno finta" di non comprendere. Dietro una corretta differenziata non vi sono vittorie politiche di cui vantarsi, la paternità di aver reso un paese pulito non appartiene a nessuno: vince solo il paese!”

Giuseppe Piscopo

Sant'Anastasia (NA) – E' partita dai giovani dell'associazione Urbe Vesuviana la proposta di rivitalizzare le piazze come luoghi di incontro per valorizzare le risorse del territorio vesuviano. Questo lo scopo principale dell’evento più emblematico dell'associazione, il Vesuvius Art, tenutosi il 24 giugno in piazza IV Novembre: una mostra di opere di giovani artisti per valorizzarli, riqualificare le tradizioni e ridare importanza all’arte e all’artigianato locale.

Improvvisandosi falegnami ed arredatori hanno allestito la piazza centrale del paese, puntando a creare un’atmosfera calda e distesa, atta ad accogliere le opere dei disegnatori: Ilaria Aprile, Sara Cozzolino, Ivan Chianese, Eugenio Di Marzo; dei pittori Antonio Raia, Mario Sepe, Lisa Sodano, Lucio Casillo, Luisa D’Avino, Simona Coppola; dei grafici Marco De Natale, Laura Balisciano; dei fotografi Raffaele Di Lorenzo, Mario Tuorto, Vincenzo Masucci; degli artigiani Vincenzo Bacco e Giacomo D’Alterio, scultori; Luigi Magnetta, maestro ramaio; del ceramista Acampora e delle ricamatrici della Caritas parrocchiale di Santa Maria La Nova.

Per una intera giornata e soprattutto in serata la piazza è stata piena di gente, di famiglie, di associazioni, di giovani visibilmente interessati, che hanno poi applaudito l’esibizione di Daniele Galasso, giovanissimo ambasciatore della musica napoletana nel mondo col suo mandolino.

Il nostro è un territorio ricco di risorse e noi di Urbe Vesuviana crediamo che la qualità e la varietà dei lavori artistici e di artigianato sia talmente elevata che questi settori possono davvero divenire il traino della rinascita economica ed il riscatto socioculturale dei Paesi Vesuviani. L'evento – afferma il presidente Angelo Terracciano - ha mostrato a tutti una Sant’Anastasia diversa, capace di emozionarsi ma soprattutto intenzionata a cambiare, a non nascondersi dietro stereotipi e a mostrarsi senza maschere. I giovani hanno dato dimostrazione autentica di coraggio, di volontà di rinnovamento e di riscatto, hanno dimostrato di voler costruire il domani senza la paura di osare, guardando con orgoglio il passato e custodendolo gelosamente come patrimonio da salvaguardare".

"Il Vesuvius Art  sarebbe stato una vittoria se anche un solo giovane si fosse avvicinato a noi, e la nostra audacia è stata ampiamente premiata. Un ringraziamento particolare agli sponsor che hanno reso possibile tutto questo, al sindaco Lello Abete, all'assessore Fernando De Simone, che ci hanno sopportato e supportato in queste settimane di preparativi; a don Ciccio D'Ascoli per gli incoraggiamenti; ma il grazie maggiore - conclude il presidente - va a Sant’Anastasia, ai suoi cittadini, ai giovani e ai meno giovani, ai ragazzi di questa associazione che raccoglie, tra gli iscritti, associati di 4 diversi paesi vesuviani, per essersi davvero regalati una speranza, un angolo di gioia e serenità, per aver acceso finalmente un faro in una buia società, spesso standardizzata”.

"Abbiamo sostenuto un evento in grado di portare in piazza IV Novembre, che abbiamo reso molto più viva e vivibile, varie forme d'arte, cultura e tradizioni – dice il sindaco Lello Abete – grazie ai nostri giovani, impegnati nel sociale e desiderosi di essere artefici del cambiamento in cui tutti confidiamo. E' questa la Sant'Anastasia che ci piace".

Il direttore - Giuseppe Piscopo

Sant'Anastasia (NA) – E' attesa a breve una decisione in merito alla caserma dei carabinieri. Il sindaco ha tenuto ieri una riunione sul tema in sala giunta con i capi gruppo consiliari ed è emersa la volontà unanime di continuare ad adoperarsi per far si che la caserma resti in paese e di mettere in programma, nel caso si renda necessario, un consiglio comunale allargato al fine di informare la cittadinanza.

Attendiamo risposte da parte della Prefettura su alcune proposte che abbiamo avanzato e cioè: accogliere la caserma dei carabinieri in via Primicerio con un comodato d'uso gratuito oppure nella ex scuola elementare di via Starza Rosanea, attualmente di proprietà della RFI. Quest'ultima soluzione – spiega il sindaco Lello Abete - è possibile perché la Ferrovia è disponibile fin da subito a concederla in comodato d'uso gratuito.

Dopo l'incontro recente con noi, il sottosegretario di Stato alla Difesa, onorevole Gioacchino Alfano, ha interessato il Ministero. Siamo in attesa di conoscere quale delle due opzioni da noi prospettate sarà accolta. Se la scelta cadrà sullo stabile di via Primicerio, siamo disponibili ad accollarci le spese del trasporto degli atti e suppellettili e del trasferimento degli uffici e del personale comunale in altra sede”.

E' una questione delicata – continua il sindaco - che stiamo seguendo in tutti i suoi aspetti. Valuteremo anche l'ipotesi di tenere un consiglio comunale, allargato alle associazioni e alla cittadinanza per dare loro informazioni corrette sulla vicenda ed i suoi sviluppi, data l'importanza di avere a Sant'Anastasia un presidio di legalità assicurato finora egregiamente dalla nostra caserma dei carabinieri”

Giuseppe Piscopo - direttore