L'atleta si afferma ai K1 di Firenze

 

Sant'Anastasia – Campione del mondo di Kickboxing ad appena 18 anni!

Domenico Esposito, atleta anastasiano per la categoria 80Kg Light, ha combattuto per il titolo a Firenze, nella 3 giorni di K-1 OPEN 2017 ed ieri ha consegnato al sindaco Lello Abete una targa ricordo.

L'ufficiale K-1 World Amateur Championship, Federazione Fight 1, sorprendente per agonismo e spettacolarità, ha visto consegnare la medaglia di bronzo per la categoria 67Kg Light ad un altro atleta locale, Michele Liguoro.

Il neo-campione mondiale Domenico Esposito è allievo della Cocoon fitness club, di Anna Porricelli, una realtà locale che si è sempre distinta per la multidisciplinarietà e la specificità di alcuni indirizzi sportivi.

Il Campionato Mondiale Amatoriale K-1 OPEN, tenutosi a Firenze dall'8 al 10 dicembre scorso, ha offerto alle varie categorie di atleti partecipanti l'opportunità di vincere un vero e proprio titolo K-1 Amateur World e allo stesso tempo di essere visionati dai più importanti promoter, manager e scout che, in queste competizioni a livello mondiale, cercano talenti ed eventuali future stelle del K-1.

L'atleta anastasiano, allenatosi per continuità della preparazione anche nella palestra “Animal Kingdoom”, ha partecipato al K-1 OPEN battendosi su uno dei quattro ring appositamente allestiti per l'evento e il 9 dicembre 2017 ha affrontato in semifinale un atleta greco, battendolo ai punti in tre riprese di due minuti con verdetto unanime dei tre giudici internazionali.

Il dieci dicembre, ultimo giorno dell'evento, dopo una lunga e snervante attesa, alle 19,00 circa è stato annunciato l'incontro per la finale, che ha visto battersi due italiani. Partito già forte nelle prime due riprese, l'atleta anastasiano, guadagnando il centro del ring, ha attaccato l'avversario con determinazione, concedendogli poco o nulla da controbattere. La terza ripresa è stata soprattutto una fase di gestione ed al suono del gong la vittoria era già nell'aria. La decisione dei giudici è stata rapida ed unanime: campione del mondo nella categoria 80Kg Light è stato proclamato Domenico Esposito.

Studente di ragioneria con profitto al Pacioli (quest'anno ha la maturità), l'atleta è stato “curato” fin dal 2014 dal M° Luigi Ercole, coadiuvato dal M° Roberta Ioime - che si occupa in particolare delle atlete - e, dopo un percorso fatto non solo di allenamenti ma anche di cura della crescita personale in vari aspetti, raggiunto il peso degli 80kg, ha affrontato i primi match.

Il campionato era “Open”, cioè rivolto anche ad atleti formatisi in palestre private, e, quindi, è immaginabile la nostra sorpresa e soddisfazione insieme nell'apprendere da Domenico che era deciso a partecipare al campionato mondiale. Questa sua volontà, unita al grado di preparazione a cui era arrivato ed alla maturità fisica e tecnica acquisita – rivelano i maestri Luigi Ercole e Roberta Ioime – ci hanno convinto a lasciarlo tentare l'avventura del mondiale di Firenze, non nascondendogli tutte le difficoltà della competizione. Sinceramente non è stata una sorpresa per noi vederlo combattere con il giusto agonismo fin dal primo round ed abbiamo “contato e annotato” i colpi andati a segno, per cui abbiamo potuto frenarlo nel terzo e ultimo round, che lo ha portato sul podio mondiale”.

Sono felice ed orgoglioso e dedico la vittoria ai miei maestri. Certo non pensavo di raggiungere questo prestigioso traguardo così presto e devo ringraziare la mia famiglia, che mi ha incoraggiato fin dall'inizio. A dire il vero è papà che ha sostenuto la mia scelta della disciplina sportiva del Kickboxing, che, tra tanti sport di cui ero appassionato e seguivo in TV, mi ha sempre affascinato, sia per la bellezza dei gesti tecnici sia per la completezza. Un altro grande ringraziamento – dice Domenico Esposito - va ai miei maestri, che mi hanno sempre accompagnato durante la mia crescita sportiva e, soprattutto, mentale. Devo a loro, ad esempio, la mentalità di dover gestire il match, come ho fatto nella terza ripresa della finale, perché affondando di più i colpi avrei rischiato punti di penalità ed un'eventuale squalifica. Sono stato lucido e disciplinato nell'ascoltare i consigli del mio angolo. E' stata una vittoria mia, ma anche del nostro team Ercole”.

E' un orgoglio per me – commenta il sindaco Lello Abete – sia come amministratore che da cittadino avere delle eccellenze in paese, che portano Sant'Anastasia oltre i confini italiani e si affermano, come il nostro giovanissimo atleta, a livello mondiale. Talenti di questo spessore vanno accompagnati con un in bocca al lupo da parte nostra, che guardiamo con attenzione e ottimismo alle crescita della comunità”.

Giuseppe Piscopo - Direttore

 

Sant’Anastasia – I lavoratori socialmente utili (LSU) in servizio presso il comune di Sant'Anastasia hanno effettuato ieri la prova selettiva, che apre le porte all'assunzione in pianta stabile per nove di loro nell'arco di tre anni. Due, in quanto primi in graduatoria, saranno assunti a breve.

Dopo l'approvazione del piano del fabbisogno di personale 2018/2020, la Giunta Comunale ha aderito all'avviso pubblico della Regione Campania - approvato con decreto dirigenziale n. 22 del dicembre scorso, per la stabilizzazione dei lavoratori socialmente utili in utilizzo presso le pubbliche amministrazioni e già inseriti nell'elenco regionale di cui all'art. 2, comma 1 del D.lgs. n. 81/2000 - per accedere agli incentivi una tantum riconosciuti dalla Regione per ogni lavoratore stabilizzato.

La prova selettiva interna è stata aperta a tutti i LSU in servizio al comune ed è stata stilata la graduatoria provvisoria degli idonei. Il programma di assunzione dell'Ente prevede la copertura a gennaio di 2 posti a tempo pieno di operatore/ausiliario nei servizi generali; 5 posti a tempo parziale al 90% di operatore/ausiliario nell'area tecnica, con decorrenza gennaio 2019; 2 posti a tempo parziale al 90% di operatore/ausiliario nei servizi tecnici, con decorrenza gennaio 2020.

L'apposita Commissione esaminatrice, presieduta dal Segretario Generale dott. Egizio Lombardi, ha tenuto conto - per formare la graduatoria – dell'anzianità di servizio, dell'anzianità progettuale di servizio presso l'Ente e della valutazione del colloquio, svolto su argomenti inerenti il ruolo da ricoprire e sulle nozioni generali dell’ordinamento degli Enti Locali.

Entro il 22 gennaio prossimo, l'Ente dovrà produrre l'apposita istanza alla Regione Campania per accedere agli incentivi una tantum riconosciuti dalla Regione per ogni lavoratore stabilizzato.

Il direttore - Giuseppe Piscopo

03 Gennaio

Corsi gratuiti di informazione

Sant'Anastasia (NA) – La seconda edizione di Open Day "Sensibilmente" organizzata dalla sezione locale UICI è uno dei primi appuntamenti del 2018. Si tratta di un ciclo di 4 incontri per un corso gratuito di informazione e sensibilizzazione sulla Disabilità visiva.

Il primo incontro si terrà mercoledì 17.01.2018 ore 16.00-19.00 presso la sede Uici di Sant’Anastasia (NA).

Affrontando materie quali l'Autonomia e la Mobilità, lo Sport, la Tiflopedagogia, la Psicologia della disabilità e l’importanza della Formazione, il corso tende a sensibilizzare la popolazione verso le varie forme di disabilità sensoriali e psicologiche, allo scopo di superare con maggiore consapevolezza le barriere mentali e comunicative ed indurre così ad una migliore comprensione della condizione di disabilità e delle difficoltà ad esse annesse ed alla realizzazione di una più adeguata accoglienza ed integrazione.

Il Corso si propone d’informare e far acquisire ai partecipanti conoscenze relative alle disabilità sensoriali (Cecità, Sordità e Sordo-cecità); agli strumenti comunicativi per abbattere le barriere (Sistema di Lettura e Scrittura per non vedenti, Lingua dei Segni Italiana, L.I.S  per Sordi e Metodi di Comunicazione Alternativi); alle disabilità psichiche e accettazione della disabilità.

I 4 incontri, con una durata di 3 ore ciascuno ed un tema specifico, sono aperti alle famiglie, soci, insegnanti, volontari e a tutti coloro che vogliono iniziare o continuare ad informarsi per motivi personali e/o professionali sulla disabilità.

Il Presidio Zonale Uici di Sant’Anastasia, che recentemente ha festeggiato i dieci anni di presenza in paese, è un reale punto di riferimento per le persone affette da cecità o ipovisione che vivono nell’area vesuviana ed offre servizi di qualità, sia con personale professionalmente preparato che con apposite progettualità, finalizzate all'inclusione scolastica, all’autonomia e alla mobilità ed alla pratica di discipline sportive.

Giuseppe Piscopo - direttore

Evento eccezionale per il paese vesuviano

 Sant’Anastasia – L’assessore al bilancio, Mariano Caserta, taglia il traguardo del bilancio di previsione triennale 2018/2020 in tempi mai registrati in passato: la Giunta poco fa ha adottato il provvedimento. Nella storia del comune non sembrano esserci esempi simili, perché i bilanci degli anni passati sono stati approvati sempre ad anno in corso, spesso quasi a metà anno.

Nonostante poteva prendersi il tempo concesso dalla norma fino a febbraio 2018, l’assessore ha lavorato alacremente facendo produrre tutti gli atti propedeutici al bilancio ed ha portato a compimento il complesso documento finanziario e contabile, che permetterà all’Amministrazione Abete di essere operativa a gennaio prossimo senza dover ricorrere alle “tristemente famose” spese in dodicesimi. Questo risultato consente una più agevole realizzazione dei programmi, in quanto sarà possibile calendarizzare gli obiettivi e raggiungerli in tempi tecnici più rapidi, data la possibilità di provvedere agli impegni di spesa nella misura dovuta, senza far ricorso ad urgenze, con minor rischio di debiti fuori bilancio.

Il bilancio approvato richiama il DUP (Documento unico di programmazione), ottenuto anche su relazioni dei responsabili di P.O., con una visione d'insieme delle politiche amministrative del comune per l'anno 2018 e le informazioni fondamentali sul territorio, sulla politica dell'Ente e sulla gestione della pubblica amministrazione. E’ lo strumento necessario per tutti gli altri documenti di programmazione e permette l'attività di guida dell'Ente, articolandosi in due sezioni: strategica ed operativa.

In applicazione del principio generale della competenza finanziaria, le previsioni di entrata e di spesa iscritte in bilancio si riferiscono ad accertamenti e ad impegni che si prevede di assumere nell’anno di riferimento; l'ammontare delle somme che si prevede di imputare agli esercizi successivi è contenuto nel “Fondo Pluriennale Vincolato”.

Come allegati obbligatori, sono stati approvati lo schema triennale delle opere pubbliche, l’elenco annuale 2018, nonché il piano delle alienazioni e valorizzazioni del patrimonio immobiliare comunale.

Il Comune di Sant'Anastasia non è Ente strutturalmente deficitario o in dissesto e per questo ha potuto gestire al meglio anche tutti i servizi a domanda individuale.

Spetterà al primo Consiglio Comunale utile dire la propria sul bilancio approvato in Giunta.

Sono soddisfatto! Anche perché è la prima volta nella storia del Comune di Sant'Anastasia che un’amministrazione approva il bilancio previsionale 2018/2020 entro il 31/12/2017. Un ringraziamento speciale va rivolto alla dottoressa Rossella Romano, responsabile della Ragioneria del Comune, che ha permesso il raggiungimento dell'obiettivo. È un risultato – dice l’assessore al bilancio Mariano Caserta - che abbiamo potuto raggiungere grazie ad una programmazione preventiva ed alla condivisione di obiettivi a breve e lungo termine, delle priorità e delle scelte: un vero lavoro di squadra con la Giunta. Ciò che rappresenta la nostra azione politica è sintetizzata in questo previsionale 2018/2020, che sono sicuro darà un ulteriore slancio alla crescita di San’Anastasia. Da parte mia, sento di aver fatto il mio dovere a servizio del sindaco che mi ha dato fiducia e di tutti i cittadini della nostra comunità”.

L'atto politico-amministrativo più significativo – sottolinea il Sindaco Lello Abete - è stato fatto e devo fare i complimenti all’assessore Caserta, per la competenza e la dedizione che ha messo nel raggiungere l’obiettivo storico di approvare i bilancio a dicembre. Guardiamo al 2018 con grande serenità e certezza di realizzare gli obiettivi che ci siamo dati, mettendo le basi per far comprendere già ai primi di gennaio come vogliamo sviluppare il paese e dare impulso alla sua crescita complessiva”.

Il direttore - Giuseppe Piscopo

 

29 Dicembre

Sant'Anastasia (NA) – Alla ripresa delle lezioni, dopo la pausa delle feste natalizie, sei classi per gli alunni dell’Istituto Comprensivo Tenente Mario De Rosa, dall’8 gennaio 2018, saranno disponibili presso l’ex ginnasio-liceo padre Gregorio Rocco, sito a via P.R. Sorrentino, in località M. dell’Arco.

Il reperimento delle sei aule si è reso necessario perché l’amministrazione comunale guidata da Lello Abete ha disposto per tutte le strutture scolastiche del territorio comunale una verifica strutturale, al fine di garantire la sicurezza. Dai rilievi effettuati dai tecnici incaricati è risultato che, al plesso centrale della Tenente Mario De Rosa, un corpo di fabbrica aggiunto negli anni 86/87, nel quale furono ricavate sei aule e due laboratori, era deficitario e presentava problemi statici tali da non garantire la sicurezza degli alunni, del corpo docente e del personale. Da ciò è scaturita la decisione di inibire l’accesso a quest’ala del plesso ed è partita la ricerca di aule alternative.

Il sindaco, interessatosi della problematica, ha disposto che fosse fatto un apposito bando pubblico per reperire locali adatti ad ospitare alunni. Al bando hanno risposto gli attuali gestori dell’ex ginnasio-liceo P.G. Rocco, che hanno messo a disposizione le aule, con sedie, banchi, dotate di termosifoni, nonché la palestra, rendendo così possibile una soluzione quanto più adatta e coerente con una politica scolastica efficace ed efficiente.

“Sono soddisfatta della soluzione che abbiamo trovato, perché i ragazzi saranno ospitati in vere proprie aule già arredate e confortevoli. La nostra amministrazione - dice l’assessore Carmela Aprea - ha ancora una volta dimostrato la concreta attenzione verso le scuole. Già col dimensionamento scolastico abbiamo dato un primo segnale, riducendo a tre gli istituti comprensivi, mettendoli in rapporto con la platea scolastica del territorio. Una decisione che ha trovato l’accordo degli Enti sovra-comunali e delle Dirigenze e ci ha permesso di distribuire la platea scolastica nei plessi del territorio nel miglior modo possibile. Va sottolineato che il nostro dimensionamento non ha portato a perdita di posti di lavoro, che sono stati tutti mantenuti. I tre comprensivi hanno attualmente un numero più o meno pari di alunni e tutti hanno strutture con aule, laboratori, aree all’aperto e palestre, adatte a formulare la propria offerta formativa. Unitamente al sindaco, auguriamo ai ragazzi che l’8 gennaio riprenderanno la scuola un felice prosieguo dell’anno scolastico, in particolare lo auguriamo alle sei classi che saranno ospitate presso l’Istituto padre Gregorio Rocco”

Giuseppe Piscopo - Direttore

10 anni dell'UICI a Sant'Anastasia

Sant'Anastasia (NA) – Racconti brevi di un momento in cui il buio, lo stare al buio con l'anima o in una stanza, è servito a crescere: questa, in particolare, è stata la novità apprezzatissima del convegno dal titolo “quello che gli occhi non vedono”, voluto dall'UICI locale in occasione dei dieci anni di presenza sul territorio. Ed è così che nel buio della sala consiliare sono risuonate le voci del sindaco, Lello Abete, del Vescovo Francesco Marino, del collega giornalista Francesco De Rosa, di cittadini e del Presidente UICI.

Tutti si sono spogliati delle loro vesti ed hanno raccontato inediti aneddoti della loro vita in relazione al concetto di cecità inteso, straordinariamente, non nella sua accezione di menomazione sensoriale ma nel suo significato metaforico: la cecità dell’anima.

Ed è stato chiaro, nel buio della sala, che non sono le diversità di qualsiasi genere a dividere gli essere umani, ma la mancanza di valori veri.

Sogna ed impegnati, tutti i giorni, a realizzare i tuoi sogni”. Dopo aver perso la vista all’età di sette anni, iscritto presso l’Istituto Speciale “Domenico Martuscelli” di Napoli, la frase che mio padre mi ripeteva sovente, è stata ed è ancora oggi – ha raccontato Giuseppe Fornaro, responsabile del Presidio - sprone per la mia vita, per aiutare tutti coloro che hanno disabilità visiva e per realizzare il sogno divenuto realtà col Presidio Zonale Uici”.

Il Presidio Zonale Uici di Sant’Anastasia, da dieci anni, è il punto di riferimento delle persone affette da cecità o ipovisione che vivono nell’area vesuviana ed ambisce a crescere in competenze ed attività, per poter offrire sempre più servizi ed efficienza ai portatori della disabilità visiva. Ha realizzato progetti relativi all’inclusione scolastica degli alunni Ciechi e Ipovedenti, nonché, progetti relativi all’autonomia e alla mobilità, ed infine allo sport. Il Presidio ha puntato sulla qualità dei suoi collaboratori, con professionisti esperti della minorazione visiva, i quali, offrono, presso la stessa Rappresentanza Uici, consulenze gratuite ai soci. Il team è costituito da varie figure professionali che operano in squadra per offrire il massimo in termini di attività, competenze e servizi erogati.

Al convegno al buio sono stati presenti, inoltre, i Dirigenti scolastici delle scuole di Sant’Anastasia, la Direzione Uici Nazionale nella persona di Marco Condidorio, l’Associazione “Gli Amici di Skinny” nella persona di Carolina Nappi. Si sono alternate esperienze e momenti quali la consegna delle targhe alle autorità come ricordo dell’evento, la consegna di favole personalizzate scritte in Braille ai bambini e ragazzi disabili visivi ed infine la lettura di temi, attinenti all’argomento, prodotti dagli studenti anastasiani.

Una serata ricca di emozioni, che ha invitato ed invita ad interrogarsi: la cecità è del corpo o dell'anima?

Il direttore - Giuseppe Piscopo

In sala consiliare la presentazione

Sant'Anastasia – Un progetto dell'associazione NOA (Nuovi Orizzonti Anastasiani) sarà presentato il 22 Dicembre, alle ore 19:00 nell'aula consiliare del comune, sita in piazza Siano.

Col patrocinio dell'Ente, che ha riconosciuto la validità della proposta quale stimolo per la creatività giovanile, sarà dato il via ad un laboratorio di scrittura e regia cinematografica, finalizzato alla realizzazione di un corto scritto e diretto dagli allievi del corso coordinato da Raffaele Ceriello, giovane regista e sceneggiatore di Somma Vesuviana.

Verrà, inoltre, proiettato il film-corto dal titolo “Per Errore”, ispirato alla vicenda di Lino Romano, operaio trentenne che la sera del 15 ottobre 2012, a Marianella, fu assassinato per un terribile scambio di persona. 

Sarà l'occasione giusta non solo per dare spazio ai giovani del territorio – dice il presidente NOA, Domenico Nocerino - ma anche per affrontare un tema delicato quale quello delle vittime innocenti delle mafie. La cittadinanza tutta è invitata a partecipare”.

Il direttore - Giuseppe Piscopo

 

Sant'Anastasia – Pronte all'uso due nuove giostre per diversamente abili installate presso il Boschetto, una villa comunale tra le più belle dei paesi vesuviani, attrezzata per accogliere coloro che vogliano fare ginnastica o amino passeggiare sotto un verde salubre, per le famiglie, per gli anziani, giovani e per i più piccoli. Recentemente oggetto di manutenzione del verde, del percorso dedicato al fitness e delle giostre preesistenti, essendo un luogo molto frequentato a tutte le ore da famiglie, gruppi di amici e da singoli cittadini, è stato arricchito con elementi dedicati ai bambini di diversa abilità per favorirne l’integrazione sociale e far fruire loro il parco pubblico.

Tutti i bambini hanno bisogno di sognare e di giocare. Anche Sant'Anastasia da oggi e per la prima volta ha giostrine inclusive, poste in un luogo tra i più frequentati dai bambini: il boschetto. E' un risultato importante per me – dice l'assessore Palmarosa Beneduce - che ho fortemente voluto affrontare la questione della vivibilità in paese di tutti i cittadini e delle barriere architettoniche ed ho, per questo, coinvolto un apposito tavolo tecnico sulla disabilità. Le giostre inserite nel parco pubblico, in continuità con le altre già presenti, quasi fosse un unico percorso, favoriranno l'inclusione tra famiglie e ragazzi normodotati e diversamente abili. I giochi che abbiamo scelto sono semplici ma essenziali a promuovere nei ragazzi con difficoltà l’aumento della libertà, l'espressione della loro personalità e capacità, a prescindere dai limiti fisici, contribuendo a far emergere la loro percezione del giocare insieme pubblicamente, senza barriere di alcun genere”.

Questo di oggi è un risultato straordinario, frutto di un impegno costante e della sensibilità di chi si è speso perché si realizzasse. Garantire uno spazio di divertimento e di inclusione sociale, tutto dedicato ai bambini disabili – dice il sindaco Lello Abete - era un gesto doveroso ed assolutamente necessario per questi bambini. Ringrazio l'assessore Palmarosa Beneduce per l'impegno profuso e per avermi sempre sostenuto in questa iniziativa. Bisogna proseguire su questa strada”.

Il direttore - Giuseppe Piscopo

Sant’Anastasia – Un angelo realizzato dal personale dello staff ed un mini panettone sono i doni pensati dal sindaco Lello Abete per i bimbi delle scuole materne del territorio, consegnati in questi giorni. La sorpresa dei bimbi è stata evidente e gioiosa, specialmente quando, oltre al sindaco, hanno visto apparire un elfo e Babbo natale.

Questi sono momenti costruttivi per la comunità, perché la spontaneità dei bambini fa capire che basta poco per regalare un sorriso – afferma il Sindaco – e costruire un rapporto senza barriere tra cittadini ed Ente”.

Il direttore - Giuseppe Piscopo

Sant'Anastasia (NA) – Ad appena 13 anni, Alessandra B. è entrata nella Top Five YAGP della danza come solista, presentando alla giuria internazionale una storia di donna che si ribella ai disagi subiti contro la parità di genere. Commuove, emoziona e non si limita a raccontare la storia, ma la arricchisce di passi di danza, figure ed espressività contagiosi per gli spettatori, meritando così l'ambito traguardo.

L'allieva anastasiana dell'Accademia Danza e Spettacolo, diretta da Barbara Scaramuzzi, ha partecipato alle semifinali 2017 dello Youth America Grand Prix, tenutesi a Barcellona, entrando tra i possibili candidati alle finali.

Youth America Grand Prix (YAGP) è annoverata tra le più grandi reti mondiali di danza. Svolge la sua missione di educazione alla danza attraverso audizioni con borse di studio, corsi di perfezionamento, servizi di alunni, attività educative e di divulgazione, spettacoli e film. Sostenendo lo sviluppo di ballerini a livello mondiale, di età compresa tra 9 e 19 anni, di tutte le provenienze economiche, etniche e geografiche offre opportunità di affermazione collegando studenti, insegnanti, scuole, compagnie di danza e ballerini.

Il giovane talento Alessandra B. si è cimentata come solista di danza contemporanea nel presentare un tema attuale, la parità di genere, dimostrando di essere una ballerina in armonia col proprio corpo ed a proprio agio nel raffigurare la donna ribelle alla violenza.

Sono contento perché questi giovani talenti, che riescono ad emergere, portano Sant'Anastasia fuori confine. I miei complimenti ed in bocca al lupo a questa giovinetta – dice il sindaco Lello Abete – e spero che possa avere una carriera degna del suo talento. A gennaio prossimo ci sarà una iniziativa in cui si esibirà ed avremo modo di apprezzare le sue doti artistiche”.

Il direttore - Giuseppe Piscopo