M. ARCO SI VESTE DI CORIANDOLI

Sant’Anastasia (NA) - I coriandoli in via Roma e piazza Arco non sono altro che il segno del Carnevale anastasiano, ritornato in paese dopo anni di vuoto, grazie al contributo e patrocinio dell'A.C. che ha sostenuto il progetto dell’Associazione LoveFor. 

Venerdi 1 e domenica 3 marzo, la cittadinanza ha potuto rivivere l'atmosfera del carnevale a Sant’Anastasia; prima, con una grande sfilata che ha coinvolto quasi 700 bambini degli Istituti comprensivi Elsa Morante e Francesco D’Assisi\Nicola Amore, mascherati per l’occasione in tema “favole”, poi con un’immensa festa in Piazza Arco.

28 Febbraio

Piazze di Carnevale

Scritto da
Pubblicato in Eventi

Sant'Anastasia (NA) – L'associazione “Love For Sant'Anastasia”, con il patrocinio e il contributo del Comune, proposto alla Giunta dall'assessore alla cultura Carmela Aprea, ha organizzato per il primo e tre marzo la prima edizione del Carnevale anastasiano rivolto a tutta la cittadinanza.

INAUGURATA LA SEDE DELL'UNIVERSITA'

Sant'Anastasia (NA) – L'Università del Gusto e dei Saperi (UniGus), che ha sede in Sant’Anastasia, via Boccaccio 17, è stata inaugurata questa mattina dinanzi alle telecamere, ai giornalisti, alle Forze del'Ordine con il nuovo Comandante della stazione dei CC, dott. Biagio Cannone, ed alle Autorità, tutte unite al taglio del nastro.

La più grande scuola gastronomica del Sud tende a creare un'accademia di alta formazione professionale, coinvolgendo la comunità scientifica del food.

Il Braille e le App, tecnologia a servizio della disabilità visiva

Sant’Anastasia – Un percorso pensato e realizzato a favore dei diversamente abili ed in particolare per i non vedenti è stato inaugurato in occasione della XII Giornata Nazionale del Braille. Mattonelle in materiale plastico con la stampa di particolari binari sono stati incollati al pavimento della biblioteca comunale G. Siani, per consentire ai non vedenti di spostarsi in autonomia nei locali servendosi del bastone e del proprio telefonino. L’iniziativa è stata accolta e seguita dall’assessore alle politiche sociali, Palmarosa Beneduce, in perfetta sintonia con l’UICI locale, che svolge le proprie attività all’interno della biblioteca.

Il Sindaco: no alle sterili polemiche, si al dialogo costruttivo

Sant'Anastasia (NA) – In arrivo per il 2019 lo strumento urbanistico più importante per lo sviluppo del paese, il Piano Urbanistico Comunale (PUC), il cui iter si concluderà con l’approvazione in Consiglio Comunale. Fermo dal 1995, il nuovo piano regolatore, sarà vitale per lo sviluppo del paese in una visione che, tenendo presente i vari luoghi del Centro Storico ed il loro abbellimento, l'ampliamento, la cura e la riqualificazione dei collegamenti stradali, delle periferie, la nascita di aree dedicate alle piccole e medie imprese, darà senz'altro risposte alle opportunità che il territorio offre per la crescita in chiave moderna ed anche turistica per la presenza del Santuario della Madonna dell'Arco e del Parco Nazionale del Vesuvio.

Il Sindaco: sosteniamo le famiglie più deboli

Sant'Anastasia (NA) – Percorsi di sostegno alla genitorialità sono attivi presso l’Ente mediante il servizio di Segretariato Sociale. È un servizio di ascolto, orientamento e accompagnamento del cittadino, che rientra anche nell’ambito di una misura di contrasto alla povertà, il reddito di inclusione (REI), per il quale sono state accolte più di 400 istanze.

Su iniziativa dell’assessore alle politiche sociali Palmarosa Beneduce gli uffici comunali preposti hanno svolto un’analisi preliminare dei bisogni e delle caratteristiche dei nuclei delle famiglie beneficiarie del reddito di inclusione (REI) ed hanno iniziato a realizzare appositi progetti personalizzati di sostegno domiciliare educativo, specie a favore dei nuclei aventi caratteristiche di disagio socio culturale ed economico.

Sant'Anastasia (NA) – Continuano i controlli sul deposito dei rifiuti nei giorni e nelle ore prestabilite e continuano ad essere sanzionati i cittadini che non si attengono alle norme, al fine di debellare il fenomeno e garantire una raccolta porta a porta funzionale ed efficiente.

Risultato: elevati in media 20 verbali al giorno.

Gli adempimenti di controllo, grazie anche alle varie telecamere posizionate nel territorio, sono attualmente affidati al nucleo ecologico della Polizia Municipale che, insieme agli ispettori ambientali, quotidianamente perlustrano il paese e laddove necessario aprono le buste depositate illecitamente, nei cui rifiuti il più delle volte si ritrovano indizi utili a risalire all'autore dell'infrazione.

Sant’Anastasia – Na – La "Giornata del ricordo" di una pagina di storia, le vittime delle foibe, è stata commemorata con una Santa Messa tenutasi presso il santuario di Madonna dell'Arco, per iniziativa dell'Amministrazione Comunale, con particolare interessamento del consigliere Alfonso Di Fraia.

Dopo l'8 settembre del 1943 i territori istriani, giuliani e dalmati, vennero occupati dai partigiani di Tito. Non fu però una semplice occupazione di territori, fu una lotta etnica e molti italiani prelevati dalle loro case o dalle campagne furono gettati nelle foibe, grotte a strapiombo che divennero fosse comuni per esecuzioni collettive: gli italiani prigionieri venivano legati a coppie sull'orlo della foiba e uccisi.

12 Febbraio

Percorsi artistici con diversamente abili

Sant’Anastasia – Una produzione artistica dal titolo "THERAPEIA. Dal curare al prendersi cura", si è tenuta in Sala Consiliare ieri mattina alla presenza dell'assessore alle politiche sociali Palmarosa Beneduce.

Al centro dell'evento le ragazze e i ragazzi diversamente abili, vestiti di bianco come gli operatori ed alcuni genitori, che hanno regalato sorrisi ed il loro entusiasmo nel mettere in scena quadri di mimi, canzoni e tammurriate, video realizzati, foto e musica per celebrare insieme in un percorso artistico la XXVII Giornata Mondiale dedicata agli ammalati, istituita da Papa Giovanni Paolo II l'11 febbraio del 1993.

Investire per il completamento e il rinnovo delle infrastrutture del servizio idrico integrato in una logica industriale è l’unico modo per colmare il divario attualmente presente nel settore tra il Nord ed il Sud del Paese.

Si è discusso di questo il 4 febbraio 2019 presso l’Università “Aldo Moro” di Bari nel corso del convegno dal titolo “Servizi idrici e ambientali nel Mezzogiorno: proposte di sviluppo”.