All for Joomla All for Webmasters
Peppe Piscopo

Peppe Piscopo

SCHETTINO E FEDERICO SALVATORE 

TRA I GRANDI NOMI DEGLI EVENTI IN PROGRAMMA 

Sant’Anastasia – Gigi D’Alessio, Simone Schettino e Federico Salvatore: sono alcuni dei grandi nomi che arricchiranno lo “Spiritual Theatre”, rassegna di arte, musica e spettacolo la cui seconda edizione è di nuovo promossa dal Comune di Sant’Anastasia, con i Comuni di Massa di Somma e Castello di Cisterna, cofinanziata mediante i Programmi Operativi Complementari (POC) 2014 – 2020 della Regione Campania.

Sant’Anastasia: un paese da scoprire e da vivere. Storia, cultura, arte; un insieme di colori, profumi e sapori che fanno della nostra terra una ricchezza unica - spiega Lello Abete, sindaco di Sant’Anastasia - Sotto l’arco protettivo della Madonna del centenario Santuario e all’ombra del Monte Somma potremo apprezzare eventi e spettacoli che faranno da cornice ed esalteranno lo splendore dei nostri luoghi e la genuinità della nostra gente. Questo è Spiritual Theatre, questa è Sant’Anastasia”.

E' da queste premesse nasce la seconda edizione di Spiritual Theatre, il cui programma è stato presentato il 17 aprile presso l'aula consiliare del Comune di Sant'Anastasia. Sono intervenuti: Lello Abete, sindaco di Sant’Anastasia; Carmen Aprea, assessore alla cultura e turismo del Comune di Sant'Anastasia; Don Gianni Citro, direttore artistico dell'evento; Clara Ilardo, assessore con delega al turismo e alla cultura del Comune di Massa di Somma; Maria Luigia Villano, assessore alla cultura del Comune di Castello di Cisterna.

Ha portato i suoi saluti Padre Alessio Maria Romano, rettore del Santuario della Madonna dell’Arco, a cui si ispira la kermesse anche dal punto di vista dell'immagine iconografica scelta per il calendario di eventi, e dove si svolgerà l'ultima tappa in programma il 25 maggio con lo spettacolo musicale nel Chiostro del Santuario a cura di Davide Troia, direttore del Coro della Pietà de' Turchini.

Il concepimento di un programma artistico deve partire da un’attenzione viva alle storie delle terre che lo ospitano. Sant’Anastasia è meta di pellegrinaggi, patria dello spirito e di tante devozioni, un mirabile incrocio di anima antica e popolare e slancio verso le avanguardie della cultura del sud del mondo. La potenza trasformante dell’elemento spirituale - illustra don Gianni Citro, direttore artistico della seconda edizione di Spiritual Theatre -  trova commistione nella drammaturgia genetica delle popolazioni partenopee, nel teatro perpetuo del quotidiano, nel miracolo eccentrico del minimo che diventa eccessivo ed esaltante. Il poco può diventare tutto nella filosofia di certe vite, come le nostre e quelle della nostra gente. Festa, canto, suoni, comicità, preghiera. Senza confini e senza imbarazzo alcuno, tutte queste cose convivono e si manifestano nel cartellone di Spiritual Theatre, esattamente come nella natura dei fatti della prodigiosa terra di Sant’Anastasia, l’abisso dello spirito emerge nel teatro umile del quotidiano”.

"Spiritual Theatre è, dunque, una manifestazione di grande contenuti artistici, ma soprattutto di promozione territoriale - ha sottolineato Carmen Aprea. La programmazione in corso ha come obiettivo principale riscoprire insieme il nostro territorio, accendendo i riflettori come comunità sulle bellezze artistiche ed i monumenti religiosi del nostro Paese e dei Comuni all'ombra del Vesuvio".

L'accesso agli spettacoli sarà completamente gratuito. L'unico spettacolo a pagamento, con un prezzo simbolico di 10,00 EURO sarà il concerto di Gigi D'Alessio, previsto allo stadio comunale "A. De Cicco", via Romani, il 19 maggio alle ore 22:00.

Per l’occasione i giornalisti potranno accreditarsi inviando email a  con copia del proprio tesserino o lettere del direttore della testata giornalistica per la quale scrivono.

Giuseppe Piscopo - Direttore

 

13 Aprile

SICUREZZA STRADALE, A SCUOLA DI REGOLE

Sant’Anastasia – Come comportarsi nel traffico? Quali i comportamenti giusti da adottare? Circa 400 ragazzi tra i 6 e i 18 anni, il 19 Aprile 2018, alle ore 8:30 presso l'Istituto D'Assisi–Amore di via Rosanea, Sant'Anastasia, saranno coinvolti sulla tematica "dell'attraversamento pedonale" e sui suoi risvolti, che di fatto gravano su conducenti talvolta troppo distratti.

11 Aprile

Spiritual Theatre, seconda edizione tutta da scoprire

DAL 27 APRILE AL 25 MAGGIO 

KERMESSE DI ARTE, MUSICA E SPETTACOLO

Sant’Anastasia – Saranno presentati alla stampa ed alla cittadinanza gli eventi di Arte, musica e spettacolo, ingredienti della II edizione del progetto "Spiritual Theatre", che sarà realizzato su iniziativa del Comune di Sant'Anastasia coinvolgendo i Comuni di Massa di Somma e Castello di Cisterna, nonché l'assessorato allo sviluppo e promozione turistica della Regione Campania.

04 Aprile

INCONTRO LETTERARIO AL LONDON PARK

IN MEMORIA DEL POETA NATALE PORRITIELLO

Sant’Anastasia – Due validissime autrici romane, Stefania Di Lino e Ksenja Laginja, saranno ospiti del secondo incontro della rassegna dal titolo "Il London Park Letterario", in programma venerdì 6 aprile, ore 18:00, presso il locale London Park, sito nel parco pubblico di via Libero Grassi, a Sant'Anastasia.

La rassegna, il cui primo incontro si è svolto il 19 ottobre scorso, ospite la poetessa Paola Casulli di Casale Monferrato, è nata per commemorare il compianto poeta anastasiano Natale Porritiello.

L'organizzazione è affidata al Circolo IncontrArci - Circolo Letterario Anastasiano di Giuseppe Vetromile - con la collaborazione dell'Associazione "Arte e Saperi" di Rita Pacilio e dello stesso "London Park" sede degli incontri.

La rassegna, che gode del Patrocinio morale del Comune di Sant'Anastasia, nacque in seguito ad un incontro delle associazioni suddette con Natale Porritiello, cui seguì la fondazione della "Casa della Poesia di Sant'Agata de' Goti", un sodalizio culturale avente lo scopo di organizzare incontri letterari sul territorio campano per la diffusione della cultura e della poesia in particolare.

A presentare gli ospiti del prossimo incontro sarà Giuseppe Vetromile, mentre la poetessa e critico Vanina Zaccaria, presidente della Fondazione Lermontov di Napoli, condurrà l'incontro relazionando brevemente sulle due autrici e dialogando con loro.

Al termine, i poeti presenti tra il pubblico potranno offrire il loro contributo leggendo propri testi o intervenendo con riflessioni e commenti.

Non mancherà la parte musicale per allietare ulteriormente la serata, grazie alle performance di Silvia Ciccarelli e Ciro Corcione.

Il Direttore - Giuseppe Piscopo

30 Marzo

MIGLIAIA DI PELLEGRINI PER IL LUNEDI' DELL'ANGELO

Sant'Anastasia - Pasqua e Lunedì in Albis sono per il Santuario di Madonna dell'Arco e per i Padri Domenicani le festività mariane più seguite dai fedeli e dai turisti. L'evento che da anni attrae a migliaia le persone è quello del cammino dei battenti o fujenti verso l'effige della “Mamma dell'Arco”.

Strisciando o avanzando in ginocchio dall'ingresso del Santuario fino all'altare i battenti portano a compimento il loro voto fatto alla Vergine per le grazie o i miracoli ricevuti. Il significato religioso del famoso pellegrinaggio, ancora adesso oggetto di studi e pubblicazioni che hanno portato il Santuario all’attenzione di tutto il mondo, è tutto in questa promessa che i battenti fanno fin dal primo miracolo del lunedì in albis del 1450. Dal volto della Vergine sita in un’edicola in contrada Arco, intorno alla quale sorse l'attuale Santuario, sgorgò sangue vivo a seguito di colpi di palla-maglio scagliati bestemmiando da un giocatore adirato.

Da allora si contano a migliaia gli ex voto, preziosi e tavolette votive raccolte e custodite nel museo del Santuario, testimoni di una realtà di vita spirituale che contrasta apparentemente con le scene visibili lungo i due accessi di via Arco: fin dall'alba del lunedì dopo Pasqua, file interminabili di battenti, ciascuna con i labari della propria associazione sorta nei paesi di loro provenienza, a volte accompagnati da bande musicali, con sulle spalle toselli che fanno danzare ed avanzare ritmicamente, tra aloni di folla di turisti, familiari e curiosi, attendono il via libera del complesso e funzionale servizio d'ordine per entrare nel Santuario.

Si comprenderà come il livello di guardia, con un più frequente controllo del territorio, sia alto in questo giorno, quanta preparazione ci sia a monte da parte dei Padri Domenicani, della Prefettura e Questura di Napoli e delle Istituzioni, quanto lavoro svolgono egregiamente le Forze dell’Ordine e della Polizia Municipale, della Protezione Civile, della Croce Rossa, dei medici volontari, dell'ASL.

La locale Stazione dei CC. assicura nelle 24 ore un pattugliamento costante su Via Arco, perché sia tutelata in particolare la sicurezza dei battenti. La giornata del Lunedì in Albis è principalmente dedicata a loro e i padri del Santuario da sempre sono impegnati affinché il rituale dei battenti si svolga regolarmente, in quanto persone cristiane che, stando in grazia con Dio, con il prossimo e in comunione con la Chiesa, devono poter manifestare la propria Fede alla Vergine dell'Arco.

E' una giornata molto sentita da migliaia di persone. Col Comitato di sicurezza provinciale ed in forte sinergia col Priore, Padre Alessio Romano, ci siamo riuniti più volte per assicurare lo svolgimento regolare dell'evento. Quest'anno – dice il sindaco Lello Abete - oltre alla presenza delle Forze dell'Ordine locale, ci è stata riassicurata la presenza di F.O. Sovracomunali. La nostra Protezione Civile e la CRI, unitamente a quelle provenienti dai paesi limitrofi assicureranno assistenza h24. E' un evento importante, profondamente sentito da questa comunità e credo che sia l'unico posto al mondo dove la devozione è manifestata in modo particolare, spontanea e vera. Speriamo nella buona riuscita, affidandoci alle misure di sicurezza, ma soprattutto alla “Mamma dell'Arco”.

Giuseppe Piscopo - Direttore

29 Marzo

GRAZIE PER LA NUOVA SEDE

DIVERSAMENTE ABILI E RAGAZZI DELLA MIR

SCRIVONO AL SINDACO

Sant’Anastasia – La sala della Biblioteca Comunale, recentemente ristrutturata e nuova sede destinata dal sindaco e dall'assessore alle politiche sociali, Palmarosa Beneduce, ad accogliere i diversamente abili e l'associazione MIR, impegnata nel seguire soggetti in disagio sociale, è stato il luogo d'incontro per lo scambio di auguri pasquali.

Gli utenti, gli operatori ed i volontari hanno accolto il primo cittadino, Lello Abete, con un applauso, dando poi voce ai loro pensieri attraverso la lettura di due missive: “Caro sindaco, ti ringraziamo per averci dato la possibilità di stare in questo centro bellissimo, dove ci sentiamo a casa nostra e dove la convivenza ha fatto stringere nuovi rapporti tra noi. E' bellissimo sapere che c'è qualcuno che pensa a noi e alle nostre esigenze, che a volte sono tante, ma tu sei una persona sensibile e disponibile a risolvere i tanti problemi.

Ti siamo vicini anche noi e preghiamo che tu abbia sempre questa stessa bontà che ti porta a stare vicino alle persone più deboli. Ti preghiamo di dare da parte nostra gli auguri di salute, pace e amore all'assessore Palmarosa Beneduce, come lei ha dimostrato sempre nei nostri confronti. Ti raccomandiamo di dirle che le vogliamo bene e facciamo gli auguri a te, alle famiglie e a tutta l'Amministrazione comunale”.

A nome di tutti, hanno consegnato due oggetti da loro creati alla responsabile del servizio, dott.ssa Margherita Beneduce ed al sindaco, che ha ricambiato donando a tutti ovetti di cioccolata ed un biglietto augurale.

 E' stato un momento di gioia, preparato dai ragazzi della Mir e dai diversamente abili, ben integrati tra di loro, che – dice il Sindaco Lello Abete – mi hanno piacevolmente sorpreso con le loro lettere. Sono stato profondamente colpito dalla loro gioia e dai ringraziamenti ricevuti per la nuova sede in cui sono stati accolti”.

 Il Direttore - Giuseppe Piscopo

 

28 Marzo

NECESSARIA L'AUTONOMIA DELLE REGIONI DEL SUD ITALIA

- APPELLO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE -

Sant’Anastasia – Il Sud Italia al centro di un incontro proposto dal Presidente del Consiglio comunale, Mario Gifuni.

Il Presidente Gifuni, partendo dalla maggior presa di coscienza da parte del popolo delle bellezze del Sud, delle ricchezze dei territori, dei prodotti tipici, delle professionalità, delle piccole e medie imprese, delle tradizioni e cultura, dei beni culturali, ma soprattutto della storia del mezzogiorno, intende iniziare un percorso comune a tutti che porti alla valorizzazione del sud Italia ed all'autonomia delle Regioni, secondo quanto previsto dalla Costituzione.

E' indubbio, infatti, come anche i social riprendono ormai da anni e sono tanti i siti che rimandano alla rilettura della storia antica del Regno di Napoli, che, sia politicamente, sia socialmente, sia stata avvertita in passato e si avverte tuttora una frattura netta fra nord e sud, con profonde differenze e sviluppo tali da far considerare ai più il sud Italia come un fanalino di coda.

Il sud Italia non è affatto ultimo, non è la palla al piede dell'Italia, anzi è stato sempre, e la storia mi dà ragione, un territorio ricco di fermenti, di idee innovatrici, di cultura, di menti eccelse, di artisti, di pensatori; un paese nel Paese, che ha contribuito e contribuisce alla crescita nazionale, che si afferma in molti campi a livello internazionale, che attira turismo, che sacrifica i propri figli costretti ad emigrare per emergere. Ovunque vado – dice il Presidente del Consiglio, Mario Gifuni - raccolgo il pensiero della gente e trovo una unità di intenti: il sud vuole svegliarsi, vuole affermarsi, vuole dire la sua – ad es. nelle energie rinnovabili, nel turismo, nel fare impresa - e vuole creare opportunità per tutti di lavorare e realizzarsi nella propria terra. Lancio, per questo, l'appello ai Sindaci, ai Presidenti di Consiglio Comunale, ai movimenti, alle associazioni, a coloro che vogliono rendersi partecipi in prima persona di incontrarci a Sant'Anastasia per iniziare a stilare un programma concreto e lanciare un Referendum per l'autonomia delle nostre Regioni.”

Giuseppe Piscopo - Direttore

 

27 Marzo

AMBIENTE E DIFFERENZIATA: GLI ALUNNI CHIEDONO CIVILTA'

Sant’Anastasia – Ambiente e differenziata: questi i temi principali che piccoli cittadini hanno posto all'attenzione dell'Amministrazione.

Accolti in sala consiliare dal primo cittadino, Lello Abete e dagli assessori De Simone, Caserta e B. Beneduce, nonché dal consigliere della Città Metropolitana di Napoli, Franco Iovino, gli alunni delle quarte elementari dell'I.C. Elsa Morante, appositamente preparati, hanno posto molte domande inerenti gli ambienti scolastici, la cura delle piante e dei prati, la corretta raccolta differenziata, le manutenzioni delle strade, le condotte civili e quelle incivili.

L'incontro, piaciuto molto ai ragazzi, che in seguito hanno visitato la sala giunta, il gabinetto del sindaco e gli uffici comunali, è frutto di una loro richiesta al sindaco fatta a seguito del progetto scolastico sulla Costituzione e sui relativi temi ambientali, svolto dagli insegnanti: Gianpaolo Polimene, Bianca Mollo, Ines Aliperta, Immacolata Balestra, Patrizia Meglio, Maria Nappo, Maria Antonietta Liguoro, Maria Vergone, Enrica Giugliano e Mimma Iovino.

Spontanei applausi hanno accompagnato i tanti interrogativi degli alunni, esplicitati al microfono della sala consiliare di Palazzo Siano: “Possiamo avere contenitori per la raccolta differenziata? Abbiamo bisogno di altri banchi per la mensa. Le strade hanno buchi, occorre la manutenzione. Possiamo avere i marciapiedi liberi dalle auto? E un recinto per l'orto scolastico? E le strisce pedonali imbiancate? E' possibile aiutare le persone adulte e far capire loro il vero significato di essere civili?

Con le vostre richieste siete stati bravissimi e concreti, grazie alle vostre insegnanti – ha detto loro l'assessore alla P.I. Bruno Beneduce – ci proponete interventi utili e per alcuni di essi possiamo provvedere subito, per altri occorre fare i conti con il bilancio comunale. Voi siete il mondo che vivete, l'attenzione all'ambiente parte anche da voi, da noi tutti, per trovare un mondo ancora più bello”.

Noi teniamo molto alla cura del verde pubblico e degli spazi verdi delle scuole, che nei prossimi giorni saranno oggetto di particolare cura. Fare una buona raccolta differenziata vuol dire iniziare dalle piccole cose e da parte nostra – ha proseguito l'ass. Fernando De Simone – c'è molto impegno nella tutela del territorio e nell'individuare i comportamenti incivili, grazie anche alle guardie ambientali, che gratuitamente svolgono un lavoro prezioso”.

I segni di civiltà sono anche a non gettare, ad es., le carte a terra, per strada. Se si fa una buona raccolta differenziata vuol dire che la percentuale complessiva – ha detto l'ass. Mariano Caserta - si innalza e possiamo, come abbiamo fatto quest'anno, abbassare un pò le tasse in virtù del risparmio che abbiamo per smaltire i rifiuti. Andando a casa ditelo ai vostri genitori, invogliandoli a migliorare ancora nella differenziazione dei rifiuti”.

Grazie ragazzi per averci chiesto questo incontro. E' importante che voi cresciate con i valori giusti e con il senso civico che vi porta a rispettare l'ambiente – ha concluso il Sindaco Lello Abete – ed a chiedere una corretta raccolta differenziata. Avere sentinelle del paese è importante. Al mio arrivo come sindaco la percentuale della raccolta differenziata era al 40%. Oggi siamo arrivati, grazie all'impegno nostro, delle scuole, dei volontari, dei cittadini virtuosi, al 65%. La raccolta differenziata è la fotografia di un paese e raggiungere ottimi risultati vuol dire avere un paese pulito, vivibile, civile. Grazie a tutti voi”.

La vostra generazione è il futuro e la politica, quando si rivolge alle nuove generazioni – ha affermato il consigliere della Città Metropolitana di Napoli, Franco Iovino – può far nascere e crescere il senso di appartenenza nei cittadini. Oggi, vedere un sindaco che apre la sala consiliare alle scuole è un segno di politica sana e di buon auspicio per il futuro”.

Il Direttore - Giuseppe Piscopo

23 Marzo

GIORNATA MONDIALE DELL’ACQUA, GORI IN...FORMAZIONE

UNA RISORSA NATURALE DA PRESERVARE

Risparmiare acqua si può, anzi si deve. Questo il messaggio più importante dell’evento “Insieme per l’Acqua”, organizzato da GORI presso il Museo Archeologico Virtuale (MAV) di Ercolano, nell’ambito delle iniziative del World Water Day 2018.

350 alunni delle scuole primarie di diversi Comuni dell’Ambito Distrettuale Sarnese-Vesuviano, hanno preso parte con grande entusiasmo alla manifestazione mirata all’educazione ambientale e, in particolare, al risparmio della risorsa idrica.

I ragazzi, salutati dal presidente GORI, Michele Di Natale, e dal sindaco di Ercolano, Ciro Buonajuto, hanno assistito all’intervento del personale specializzato GORI dal titolo “Generazione Acqua: Sprechi Zero”, progetto con il quale GORI ha coinvolto oltre 11.000 studenti negli ultimi anni. Successivamente si è tenuto uno spettacolo di animazione a cura di 2 attori professionisti, dal titolo “Capitan Eco e Ciccio Spreco alla ricerca della goccia perduta”. E per concludere gli alunni si sono divertiti con alcuni simpatici esperimenti realizzati insieme al personale del Laboratorio GORI “Francesco Scognamiglio” di Pomigliano d’Arco.

Le celebrazioni per la giornata mondiale dell’acqua proseguiranno anche nei prossimi giorni. Nell’ambito del progetto denominato “Ecolubrafriendly” - organizzato dal Comune di Massa Lubrense, in collaborazione con l’Area Marina Protetta di Punta Campanella, Terra delle Sirene e Coldiretti -  il personale GORI sarà negli Istituti scolastici del Comune costiero per sensibilizzare gli alunni sul tema del risparmio idrico e della tutela del mare, e successivamente per gli studenti del Corso di Idrogeologia Applicata, Laurea Magistrale in Geologia e Geologia Applicata – DiSTAR, Università degli Studi di Napoli Federico II, sarà organizzata una visita tecnica alla centrale idrica ubicata a Sarno e denominata Mercato-Palazzo, per illustrare gli aspetti idrogeologici connessi alla captazione delle acque sotterranee ed alla progettazione dei pozzi, nonché un incontro con i responsabili della centrale di telecontrollo e telegestione, situata presso l’impianto di depurazione di Scafati, denominato Medio Sarno.

È una giornata - spiega il presidente di GORI, Michele Di Natalededicata alla risorsa acqua, fondamentale per l’uomo. Sentiamo, come GORI, il dovere di informare e formare dedicando molta attenzione alla risorsa, in un momento nel quale lo spreco va combattuto. Per questo ci rivolgiamo anche ai bambini, insegnandogli il rispetto. Giornate come queste, in cui va ribadito il messaggio, devono confermare che l’uso dell’acqua va regolato in base a ciò che è la natura. Rendersi conto che la risorsa va tutelata, affrontando i problemi con un livello culturale alto, rispettando e conoscendo le nostre risorse”.

Ringrazio GORI – sottolinea il sindaco di Ercolano, Ciro Buonajutoper la scelta di Ercolano e per l’idea di rivolgersi ai bambini. Non sono giornate solo simboliche: lo spreco d’acqua ed i reati ambientali vanno ad incidere sui comportamenti dei nostri figli. Bisogna partire dalle scuole, con una cultura del rispetto per formare una nuova generazione. Nel nostro territorio i reati ambientali sono sempre stati considerati secondari ma bisogna capire che questo tipo di reato incide sul futuro dei nostri figli”.

Confermiamo col successo di oggi – conclude la responsabile Relazioni Esterne e Comunicazione di GORI, Mara De Donato - un progetto che va avanti da anni e che mai aveva messo insieme 350 ragazzi in un'unica sala. Bambini che, grazie ad un format di spettacoli e laboratori, hanno avuto modo di apprendere, divertendosi, diverse nozioni sull’acqua. La gioia e l’entusiasmo che abbiamo visto ci fanno propendere di sicuro per una ripetizione della manifestazione”.

Giuseppe Piscopo - Direttore

 

22 Marzo

AUGURI PASQUALI DEL SINDACO ALLE MATERNE

Sant’Anastasia – Hanno atteso l’arrivo del Sindaco nelle aule o accomodati in circolo nelle sale/atrio delle materne, per ricevere dalle sue mani il regalino di Pasqua e gli auguri.

Con la semplicità e la spontaneità tipica per la loro età, tutti hanno dimostrato la loro gioia, chi con gesti di meraviglia, chi non un saluto affettuoso, chi recitando la poesia, chi in coro augurando buona Pasqua.

Il dono, un sacchettino contenente ovetti di cioccolata ed un biglietto augurale, è stato gradito e le insegnanti hanno invogliato i piccoli durante la breve cerimonia di consegna del dono, segno di reale presenza delle istituzioni, conclusasi spesso con spontanei applausi.

Ringrazio la dirigente e il personale degli uffici comunali, che hanno confezionato i doni per i bambini delle materne – dice il Sindaco Lello Abete – che sono il nostro futuro ed hanno diritto alla nostra attenzione. E' sempre una gioia particolare regalare loro un momento di felicità visibile sui loro volti e cogliere la spontaneità e sincerità con la quale mi avvicinano anche solo per un saluto. Auguro a loro ed alla cittadinanza di trascorrere questa Pasqua all'insegna della serenità e della pace”.

Il Direttore - Giuseppe Piscopo

Pagina 1 di 11