InComuneOnLine - Articoli filtrati per data: Giugno 2019

LUNEDI'  PROSSIMO LA PROCLAMAZIONE DEI CONSIGLIERI

Sant’Anastasia – Anticipando i tempi ed in segno di continuità amministrativa e di innovazione nel rapporto con la cittadinanza, il Sindaco Lello Abete ha presentato la nuova giunta: due le quote rosa, l'arch. Gelsomina Maiello e l'avv. Carla Ardolino, che insieme ad Alfonso Di Fraia rappresentano le new entry; confermato l'ass. Bruno Beneduce e l'ass. Mariano Caserta, il quale ricoprirà anche il ruolo di vice-sindaco.

Notizia confermata è che la presidente dell'Ufficio Elettorale Centrale, dott.ssa Giuseppa D'Inverno - Magistrato del Tribunale di Nola - lunedì prossimo alle ore 18,00 in Sala Consiliare sarà in grado di proclamare i consiglieri di maggioranza ed opposizione.

In tal caso la giunta sarà ufficializzata e comunicata ai consiglieri nel corso del primo consiglio comunale.

Pubblicato in News

Creata un' App per snellire il servizio operativo

Sant’Anastasia – Sventolano le bandiere dell'Universiade 2019 a via Romani. Parte da Sant'Anastasia, infatti,  un importante contributo al progetto della mobilità: nel cuore del complesso del Santuario di Madonna dell'Arco ha sede il centro operativo di tutte le autovetture messe a disposizione degli atleti, delle autorità e dei dirigenti.

A coordinare il servizio, i driver ed il nutrito parco auto sarà Salvatore Nappi, consulente Cotrac, ditta che si è aggiudicata la gara.

In presenza del vicesindaco Mariano Caserta, del dott. Salvatore Nappi, degli imprenditori Antonio Cennamo e Angelo Borrelli, si è tenuta nei pressi dell'atrio dell'Albergo del Pellegrino, una cerimonia di accoglienza dei circa 250 ospiti, che ha visto il Priore dei domenicani, padre Provinciale Francesco La Vecchia O.P., pronunciare parole di benvenuto a tutti ed impartire, estendendola alle famiglie, la benedizione, cui è seguita anche quella per il parco auto.

Pubblicato in Sport
Venerdì, 14 Giugno 2019 00:00

TUTTI IN PIAZZA, C'E' IL LUNA PARK SOLIDALE

Sant’Anastasia – Divertimento assicurato alle famiglie con bimbi piccoli e grandi, in piazza IV novembre e via Roma: domenica prossima torna il Luna Park solidale.

Donare un sorriso a un bambino dà senso alla nostra vita”, come recita la locandina dell'evento, specialmente quando un piccolo contributo può aiutare e sostenere la ricerca contro le malattie leucemiche e tumori infantili.

Giunta alla XVI edizione, l’efficacia del progetto di dedicare alla comunità locale una giornata di festa e di giochi per raccogliere fondi a scopo benefico, è data dalla crescente partecipazione, dalla condivisione dell'obiettivo, dall'impegno sempre nuovo dell’associazione San Ciro Onlus, sapientemente guidata dal Presidente Vincenzo De Francesco. 

Pubblicato in News
Venerdì, 14 Giugno 2019 00:00

Donare il sangue dona la vita

Sant'Anastasia - Il semplice gesto di donare il sangue fa bene al cuore, fa bene all'anima, può salvare una vita.

Oggi e Domenica prossima, in occasione della Giornata Mondiale del donatore di sangue, presso la sede dell'Avis in via Pomigliano 38, dalle ore 8:00 alle 14:00, medici ed operatori specializzati sono pronti ad accogliere i donatori.

Donare il sangue è possibile e fare proprio il problema, quando la necessità non è propria ma è fondamentale per altre vite umane, è un vero atto d'amore.

Giuseppe Piscopo - Direttore

Pubblicato in News
Martedì, 11 Giugno 2019 00:00

I FESTEGGIAMENTI DELL'ANTICO BORGO

IN ONORE DI SANT’ANTONIO

Sant'Anastasia – L'antico e storico borgo di Sant'Antonio è al centro dei festeggiamenti religiosi e civili in programma fino al 15 giugno, per far vivere, in particolare a quanti con fede ricorrono all'intercessione di Sant'Antonio, l'accoglienza dei doni dello Spirito Santo, l'amore al prossimo, l'aiuto ai bisognosi. Con questo augurio del parroco padre Giacomo Verrengia e dei frati minori conventuali, sui manifesti affissi in paese vengono descritti gli appuntamenti per le Sante Messe serali, seguite dal bacio alla reliquia del Santo, dalla distribuzione del pane benedetto e da momenti di vita comunitaria con giochi, sagre, karaoke e balli in piazza.

Pubblicato in News

INSIGNITO CAVALIERE DELL'ORDINE

“AL MERITO DELLA REPUBBLICA ITALIANA” 

Sant’Anastasia – Posano per la foto di rito il sindaco, Lello Abete, l'assessore Bruno Beneduce e Antonio Merone, maestro della comicità teatrale, mostrando la pergamena ricevuta per il titolo di Cavaliere dell'Ordine “Al merito della Repubblica Italiana”.

L'onorificenza conferitagli a firma del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e del Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, gli è stata consegnata a Napoli nella cerimonia del 2 giugno scorso tenutasi in piazza del Plebiscito ed il sindaco ha invitato Merone al comune per congratularsi a nome della cittadinanza.

L'artista anastasiano ha fatto sorgere il sorriso sulle labbra a circa quattro generazioni, ha portato i suoi spettacoli nelle carceri, nelle comunità per tossicodipendenti, nelle case di riposo, nelle caserme delle Forze Armate. Antonio Merone, che oggi festeggia 18 anni di matrimonio con la signora Clelia, è un comico che “si è fatto da solo”, l'ha fatto per 33 anni fondando a Sant'Anastasia la sua compagnia stabile nel '93. Ha calcato i migliori palcoscenici distinguendosi sempre per l'amore verso Totò e Nino Taranto, senza mai imitarli, ma con grande rispetto per la loro arte; Scarpetta e De Filippo sono stati per lui fonte di studio per sceneggiare con la sua rivisitazione, fedele ai testi, commedie che sono state apprezzate a Sant'Anastasia come in Italia. Una carriera artistica che l'ha consacrato erede di Nino Taranto e, come ebbe a dire nel 2007 Liliana De Curtis, degno figlio di Totò. Meriterebbe finalmente l'interesse delle televisioni e dei registi per portare la sua comicità ad un pubblico più ampio ed il suo talento lasciarlo impresso nelle pellicole.

“Una mattina di luglio 2017 scrissi una lettera al Presidente Sergio Mattarella spiegandogli tutta la mia attività teatrale, tutto quello che avevo fatto fino ad oggi; la stessa lettera la spedii al Presidente del consiglio dei ministri e dopo circa 25 giorni mi risposero chiedendomi la documentazione da inviare per avviare l’istruttoria per un eventuale onorificenza. Gli spettacoli che ho tenuto per le forze dell’ordine, per i tossicodipendenti, per gli anziani, per i detenuti, ciò che hanno scritto i giornali, gli spettacoli per i terremotati e quelli di beneficenza, i diversi elogi ricevuti, tutto ciò ho inviato e dopo circa un anno mi hanno comunicato che era stata attivata l'istruttoria. Ero a Caserta giorni fa - racconta Antonio Merone - quando sono stato raggiunto da una telefonata dei nostri carabinieri. La Prefettura mi stava cercando perché aveva mandato una comunicazione a casa ed io non avevo dato risposta. Semplicemente perché non l'avevo ancora ricevuta, poi è arrivata.... dopo l'evento. Comunque ho saputo così che il giorno due giugno dovevo essere in piazza del Plebiscito per ritirare questa onorificenza. E' stato piacevole, ero emozionatissimo, una bella cerimonia alla presenza del sindaco De Magistris, c’era il Cardinale Sepe, il Prefetto Pagano ed è stata una di quelle cose che sicuramente porterò sempre nel mio cuore, perché non è una cosa che ti capita tutti i giorni di essere Cavaliere al merito della Repubblica. Certamente questo mi sprona di più e meglio a fare il mio lavoro di attore, l’ho sempre fatto come si deve fare, perché quando devi fare una cosa farla bene è meglio, ora dovrò fare ancora di più e voglio rivolgere un messaggio soprattutto ai giovani: se avete un sogno coltivatelo perché prima o poi il raccolto ci sarà”.

Conosco Antonio da quando giovanissimo muoveva i primi passi nel mondo artistico e – dice l'assessore Bruno Beneduce - ritengo che l'onorificenza ricevuta rappresenti il giusto riconoscimento ad una vita spesa per l'arte con grande passione e dedizione. È stato un motivo di grande orgoglio accompagnarlo nella splendida cornice di Piazza del Plebiscito. Auguro al neo-Cavaliere una vita ancora più densa di successi e di soddisfazioni”.

Ho invitato Antonio Merone, che è stato insignito del titolo di Cavaliere domenica scorsa, oltre all’atto dovuto come istituzione, come atto di orgoglio della cittadinanza verso un anastasiano che viene premiato e insignito di questo titolo. La cultura è una delle priorità di questa amministrazione e – dice il sindaco Lello Abete - avere oggi un cittadino insignito di una importante onorificenza è motivo di grande soddisfazione per tutti. Un grande in bocca al lupo ad Antonio Merone, il mio amico da sempre, l'ho seguito continuamente, ho avuto modo di apprezzare le sue qualità. Qualità artistiche che meritano molti altri palcoscenici e il riconoscimento di domenica scorsa è la dimostrazione che il suo talento è stato apprezzato anche al di fuori delle mura anastasiane”

Il Direttore - Giuseppe Piscopo

Pubblicato in Spettacolo