All for Joomla All for Webmasters
InComuneOnLine - Articoli filtrati per data: Marzo 2018

Sant'Anastasia - Pasqua e Lunedì in Albis sono per il Santuario di Madonna dell'Arco e per i Padri Domenicani le festività mariane più seguite dai fedeli e dai turisti. L'evento che da anni attrae a migliaia le persone è quello del cammino dei battenti o fujenti verso l'effige della “Mamma dell'Arco”.

Strisciando o avanzando in ginocchio dall'ingresso del Santuario fino all'altare i battenti portano a compimento il loro voto fatto alla Vergine per le grazie o i miracoli ricevuti. Il significato religioso del famoso pellegrinaggio, ancora adesso oggetto di studi e pubblicazioni che hanno portato il Santuario all’attenzione di tutto il mondo, è tutto in questa promessa che i battenti fanno fin dal primo miracolo del lunedì in albis del 1450. Dal volto della Vergine sita in un’edicola in contrada Arco, intorno alla quale sorse l'attuale Santuario, sgorgò sangue vivo a seguito di colpi di palla-maglio scagliati bestemmiando da un giocatore adirato.

Da allora si contano a migliaia gli ex voto, preziosi e tavolette votive raccolte e custodite nel museo del Santuario, testimoni di una realtà di vita spirituale che contrasta apparentemente con le scene visibili lungo i due accessi di via Arco: fin dall'alba del lunedì dopo Pasqua, file interminabili di battenti, ciascuna con i labari della propria associazione sorta nei paesi di loro provenienza, a volte accompagnati da bande musicali, con sulle spalle toselli che fanno danzare ed avanzare ritmicamente, tra aloni di folla di turisti, familiari e curiosi, attendono il via libera del complesso e funzionale servizio d'ordine per entrare nel Santuario.

Si comprenderà come il livello di guardia, con un più frequente controllo del territorio, sia alto in questo giorno, quanta preparazione ci sia a monte da parte dei Padri Domenicani, della Prefettura e Questura di Napoli e delle Istituzioni, quanto lavoro svolgono egregiamente le Forze dell’Ordine e della Polizia Municipale, della Protezione Civile, della Croce Rossa, dei medici volontari, dell'ASL.

La locale Stazione dei CC. assicura nelle 24 ore un pattugliamento costante su Via Arco, perché sia tutelata in particolare la sicurezza dei battenti. La giornata del Lunedì in Albis è principalmente dedicata a loro e i padri del Santuario da sempre sono impegnati affinché il rituale dei battenti si svolga regolarmente, in quanto persone cristiane che, stando in grazia con Dio, con il prossimo e in comunione con la Chiesa, devono poter manifestare la propria Fede alla Vergine dell'Arco.

E' una giornata molto sentita da migliaia di persone. Col Comitato di sicurezza provinciale ed in forte sinergia col Priore, Padre Alessio Romano, ci siamo riuniti più volte per assicurare lo svolgimento regolare dell'evento. Quest'anno – dice il sindaco Lello Abete - oltre alla presenza delle Forze dell'Ordine locale, ci è stata riassicurata la presenza di F.O. Sovracomunali. La nostra Protezione Civile e la CRI, unitamente a quelle provenienti dai paesi limitrofi assicureranno assistenza h24. E' un evento importante, profondamente sentito da questa comunità e credo che sia l'unico posto al mondo dove la devozione è manifestata in modo particolare, spontanea e vera. Speriamo nella buona riuscita, affidandoci alle misure di sicurezza, ma soprattutto alla “Mamma dell'Arco”.

Giuseppe Piscopo - Direttore

Pubblicato in Eventi
Giovedì, 29 Marzo 2018 00:00

GRAZIE PER LA NUOVA SEDE

DIVERSAMENTE ABILI E RAGAZZI DELLA MIR

SCRIVONO AL SINDACO

Sant’Anastasia – La sala della Biblioteca Comunale, recentemente ristrutturata e nuova sede destinata dal sindaco e dall'assessore alle politiche sociali, Palmarosa Beneduce, ad accogliere i diversamente abili e l'associazione MIR, impegnata nel seguire soggetti in disagio sociale, è stato il luogo d'incontro per lo scambio di auguri pasquali.

Gli utenti, gli operatori ed i volontari hanno accolto il primo cittadino, Lello Abete, con un applauso, dando poi voce ai loro pensieri attraverso la lettura di due missive: “Caro sindaco, ti ringraziamo per averci dato la possibilità di stare in questo centro bellissimo, dove ci sentiamo a casa nostra e dove la convivenza ha fatto stringere nuovi rapporti tra noi. E' bellissimo sapere che c'è qualcuno che pensa a noi e alle nostre esigenze, che a volte sono tante, ma tu sei una persona sensibile e disponibile a risolvere i tanti problemi.

Ti siamo vicini anche noi e preghiamo che tu abbia sempre questa stessa bontà che ti porta a stare vicino alle persone più deboli. Ti preghiamo di dare da parte nostra gli auguri di salute, pace e amore all'assessore Palmarosa Beneduce, come lei ha dimostrato sempre nei nostri confronti. Ti raccomandiamo di dirle che le vogliamo bene e facciamo gli auguri a te, alle famiglie e a tutta l'Amministrazione comunale”.

A nome di tutti, hanno consegnato due oggetti da loro creati alla responsabile del servizio, dott.ssa Margherita Beneduce ed al sindaco, che ha ricambiato donando a tutti ovetti di cioccolata ed un biglietto augurale.

 E' stato un momento di gioia, preparato dai ragazzi della Mir e dai diversamente abili, ben integrati tra di loro, che – dice il Sindaco Lello Abete – mi hanno piacevolmente sorpreso con le loro lettere. Sono stato profondamente colpito dalla loro gioia e dai ringraziamenti ricevuti per la nuova sede in cui sono stati accolti”.

 Il Direttore - Giuseppe Piscopo

 

Pubblicato in Eventi

- APPELLO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE -

Sant’Anastasia – Il Sud Italia al centro di un incontro proposto dal Presidente del Consiglio comunale, Mario Gifuni.

Il Presidente Gifuni, partendo dalla maggior presa di coscienza da parte del popolo delle bellezze del Sud, delle ricchezze dei territori, dei prodotti tipici, delle professionalità, delle piccole e medie imprese, delle tradizioni e cultura, dei beni culturali, ma soprattutto della storia del mezzogiorno, intende iniziare un percorso comune a tutti che porti alla valorizzazione del sud Italia ed all'autonomia delle Regioni, secondo quanto previsto dalla Costituzione.

E' indubbio, infatti, come anche i social riprendono ormai da anni e sono tanti i siti che rimandano alla rilettura della storia antica del Regno di Napoli, che, sia politicamente, sia socialmente, sia stata avvertita in passato e si avverte tuttora una frattura netta fra nord e sud, con profonde differenze e sviluppo tali da far considerare ai più il sud Italia come un fanalino di coda.

Il sud Italia non è affatto ultimo, non è la palla al piede dell'Italia, anzi è stato sempre, e la storia mi dà ragione, un territorio ricco di fermenti, di idee innovatrici, di cultura, di menti eccelse, di artisti, di pensatori; un paese nel Paese, che ha contribuito e contribuisce alla crescita nazionale, che si afferma in molti campi a livello internazionale, che attira turismo, che sacrifica i propri figli costretti ad emigrare per emergere. Ovunque vado – dice il Presidente del Consiglio, Mario Gifuni - raccolgo il pensiero della gente e trovo una unità di intenti: il sud vuole svegliarsi, vuole affermarsi, vuole dire la sua – ad es. nelle energie rinnovabili, nel turismo, nel fare impresa - e vuole creare opportunità per tutti di lavorare e realizzarsi nella propria terra. Lancio, per questo, l'appello ai Sindaci, ai Presidenti di Consiglio Comunale, ai movimenti, alle associazioni, a coloro che vogliono rendersi partecipi in prima persona di incontrarci a Sant'Anastasia per iniziare a stilare un programma concreto e lanciare un Referendum per l'autonomia delle nostre Regioni.”

Giuseppe Piscopo - Direttore

 

Pubblicato in News

Sant’Anastasia – Ambiente e differenziata: questi i temi principali che piccoli cittadini hanno posto all'attenzione dell'Amministrazione.

Accolti in sala consiliare dal primo cittadino, Lello Abete e dagli assessori De Simone, Caserta e B. Beneduce, nonché dal consigliere della Città Metropolitana di Napoli, Franco Iovino, gli alunni delle quarte elementari dell'I.C. Elsa Morante, appositamente preparati, hanno posto molte domande inerenti gli ambienti scolastici, la cura delle piante e dei prati, la corretta raccolta differenziata, le manutenzioni delle strade, le condotte civili e quelle incivili.

Pubblicato in Scuola

UNA RISORSA NATURALE DA PRESERVARE

Risparmiare acqua si può, anzi si deve. Questo il messaggio più importante dell’evento “Insieme per l’Acqua”, organizzato da GORI presso il Museo Archeologico Virtuale (MAV) di Ercolano, nell’ambito delle iniziative del World Water Day 2018.

350 alunni delle scuole primarie di diversi Comuni dell’Ambito Distrettuale Sarnese-Vesuviano, hanno preso parte con grande entusiasmo alla manifestazione mirata all’educazione ambientale e, in particolare, al risparmio della risorsa idrica.

I ragazzi, salutati dal presidente GORI, Michele Di Natale, e dal sindaco di Ercolano, Ciro Buonajuto, hanno assistito all’intervento del personale specializzato GORI dal titolo “Generazione Acqua: Sprechi Zero”, progetto con il quale GORI ha coinvolto oltre 11.000 studenti negli ultimi anni. Successivamente si è tenuto uno spettacolo di animazione a cura di 2 attori professionisti, dal titolo “Capitan Eco e Ciccio Spreco alla ricerca della goccia perduta”. E per concludere gli alunni si sono divertiti con alcuni simpatici esperimenti realizzati insieme al personale del Laboratorio GORI “Francesco Scognamiglio” di Pomigliano d’Arco.

Le celebrazioni per la giornata mondiale dell’acqua proseguiranno anche nei prossimi giorni. Nell’ambito del progetto denominato “Ecolubrafriendly” - organizzato dal Comune di Massa Lubrense, in collaborazione con l’Area Marina Protetta di Punta Campanella, Terra delle Sirene e Coldiretti -  il personale GORI sarà negli Istituti scolastici del Comune costiero per sensibilizzare gli alunni sul tema del risparmio idrico e della tutela del mare, e successivamente per gli studenti del Corso di Idrogeologia Applicata, Laurea Magistrale in Geologia e Geologia Applicata – DiSTAR, Università degli Studi di Napoli Federico II, sarà organizzata una visita tecnica alla centrale idrica ubicata a Sarno e denominata Mercato-Palazzo, per illustrare gli aspetti idrogeologici connessi alla captazione delle acque sotterranee ed alla progettazione dei pozzi, nonché un incontro con i responsabili della centrale di telecontrollo e telegestione, situata presso l’impianto di depurazione di Scafati, denominato Medio Sarno.

È una giornata - spiega il presidente di GORI, Michele Di Natalededicata alla risorsa acqua, fondamentale per l’uomo. Sentiamo, come GORI, il dovere di informare e formare dedicando molta attenzione alla risorsa, in un momento nel quale lo spreco va combattuto. Per questo ci rivolgiamo anche ai bambini, insegnandogli il rispetto. Giornate come queste, in cui va ribadito il messaggio, devono confermare che l’uso dell’acqua va regolato in base a ciò che è la natura. Rendersi conto che la risorsa va tutelata, affrontando i problemi con un livello culturale alto, rispettando e conoscendo le nostre risorse”.

Ringrazio GORI – sottolinea il sindaco di Ercolano, Ciro Buonajutoper la scelta di Ercolano e per l’idea di rivolgersi ai bambini. Non sono giornate solo simboliche: lo spreco d’acqua ed i reati ambientali vanno ad incidere sui comportamenti dei nostri figli. Bisogna partire dalle scuole, con una cultura del rispetto per formare una nuova generazione. Nel nostro territorio i reati ambientali sono sempre stati considerati secondari ma bisogna capire che questo tipo di reato incide sul futuro dei nostri figli”.

Confermiamo col successo di oggi – conclude la responsabile Relazioni Esterne e Comunicazione di GORI, Mara De Donato - un progetto che va avanti da anni e che mai aveva messo insieme 350 ragazzi in un'unica sala. Bambini che, grazie ad un format di spettacoli e laboratori, hanno avuto modo di apprendere, divertendosi, diverse nozioni sull’acqua. La gioia e l’entusiasmo che abbiamo visto ci fanno propendere di sicuro per una ripetizione della manifestazione”.

Giuseppe Piscopo - Direttore

 

Pubblicato in News

Sant’Anastasia – “Io, Lucio”. È questo il titolo del nuovo evento targato Urbe Vesuviana, giovane e attiva associazione del territorio che per la serata di venerdì 23 marzo ha organizzato in Piazza Trivio a Sant’Anastasia un appuntamento dedicato a due mostri sacri della musica italiana, accomunati dallo stesso nome: Lucio Battisti e Lucio Dalla.

L’occasione sarà quella giusta per vivere appieno la piazza, recentemente oggetto di lavori di riqualificazione, che hanno messo a disposizione della collettività tutti gli spazi vivibili ed un palco, che sarà inaugurato proprio dai protagonisti della serata. Un ritrovarsi insieme che rappresenta appieno tutto ciò a cui l’impegno di Urbe Vesuviana tende: fare cultura sul territorio, contribuire alla sua valorizzazione e promuovere i talenti locali.

«L’evento nasce dalla volontà di rendere omaggio a due grandi artisti della musica italiana in occasione dei 75 anni dalla loro nascita, realizzando una serata suggestiva ed emozionante, tra aneddoti e canzoni, nella cornice di Piazza Trivio, che vedrà protagonisti dei giovani talenti del territorio vesuviano» ha detto Vincenzo Di Costanzo, presidente di Urbe Vesuviana.

Venerdì a partire dalle ore 21:30 Raimondo Castaldo prenderà per mano la piazza conducendola in un viaggio all’insegna delle poesie in musica di Battisti e Dalla, che saranno interpretate rispettivamente da Francesco Esposito ed Emanuela Caputo, in arte Morgana, giovani talenti delle nostre terre.

E' l'occasione per vivere bene la piazza, da noi voluta come centro di ritrovo dei giovani e luogo in cui far cultura e spettacolo – dice il Sindaco Lello Abete – puntando alla valorizzazione dei nostri beni pubblici, in cui tutti possono trovare accoglienza e trascorrere insieme delle belle serate”.

Il Direttore - Giuseppe Piscopo

 

Pubblicato in Eventi
Giovedì, 22 Marzo 2018 00:00

AUGURI PASQUALI DEL SINDACO ALLE MATERNE

Sant’Anastasia – Hanno atteso l’arrivo del Sindaco nelle aule o accomodati in circolo nelle sale/atrio delle materne, per ricevere dalle sue mani il regalino di Pasqua e gli auguri.

Con la semplicità e la spontaneità tipica per la loro età, tutti hanno dimostrato la loro gioia, chi con gesti di meraviglia, chi non un saluto affettuoso, chi recitando la poesia, chi in coro augurando buona Pasqua.

Il dono, un sacchettino contenente ovetti di cioccolata ed un biglietto augurale, è stato gradito e le insegnanti hanno invogliato i piccoli durante la breve cerimonia di consegna del dono, segno di reale presenza delle istituzioni, conclusasi spesso con spontanei applausi.

Ringrazio la dirigente e il personale degli uffici comunali, che hanno confezionato i doni per i bambini delle materne – dice il Sindaco Lello Abete – che sono il nostro futuro ed hanno diritto alla nostra attenzione. E' sempre una gioia particolare regalare loro un momento di felicità visibile sui loro volti e cogliere la spontaneità e sincerità con la quale mi avvicinano anche solo per un saluto. Auguro a loro ed alla cittadinanza di trascorrere questa Pasqua all'insegna della serenità e della pace”.

Il Direttore - Giuseppe Piscopo

Pubblicato in Scuola
Lunedì, 19 Marzo 2018 00:00

AL LAVORO PER I PICCOLI DELLE MATERNE

Sant’Anastasia – Diventerà una tradizione o forse no, ma tutti i dipendenti dei servizi Politiche Sociali e Pubblica Istruzione sono al lavoro per preparare e confezionare con le loro mani i regali destinati ai bambini delle scuole materne del territorio. Coordinati dalla responsabile del servizio, dott.ssa Margherita Beneduce, è iniziata l'attività che da un po' di anni si rinnova al fine di consentire al Sindaco ed agli assessori al ramo di consegnare personalmente, visitando le classi, un regalo simbolico come augurio per le festività. Per la prossima Pasqua la scelta è caduta sui classici ovetti di cioccolata, solitamente graditi ai più piccoli, accompagnati da un biglietto d'auguri del primo cittadino Lello Abete.

Giuseppe Piscopo - Direttore

Pubblicato in Scuola

Sant’Anastasia – In Giunta entra l’avv. Bruno Beneduce, penalista anastasiano, quale nuovo assessore nominato in sostituzione del dimissionario arch. Stefano Prisco. Il sindaco, Lello Abete, ha azzerato le deleghe, per poi provvedere a ridefinirle e ridistribuirle con proprio decreto del primo marzo, al fine di rendere più efficace l'azione amministrativa dell'organo esecutivo. Nella prossima seduta di Consiglio Comunale sarà data ai consiglieri la comunicazione ufficiale della composizione della Giunta con le materie di loro competenza.

Con riserva di incaricare anche i consiglieri comunali di particolari adempimenti, mantenendo ad interim quelle non assegnate, il sindaco, ha provveduto a delegare a ciascun assessore le seguenti materie:

al Vice Sindaco, dott.ssa Carmela APREA, vanno le deleghe alla cultura, turismo, trasporti, urbanistica e marketing territoriale.

All'Avv. Bruno Beneduce sono assegnati gli affari legali, pubblica istruzione, cimitero e servizi cimiteriali.

Confermati all'ass. Girolamo (Fernando) De Simone, l'Ambiente, Patrimonio, Servizi energia elettrica, acquedotti e gasdotti, protezione civile, sicurezza sul lavoro, sicurezza scolastica, informa-giovani, AA.GG., sport, trasparenza.

A Palmarosa Beneduce vanno: politiche sociali, politiche agricole, pari opportunità, risorse umane, finanziamenti comunitari.

L'ass. Mariano Caserta è confermato al Bilancio, con tributi e programmazione economica, partecipazioni societarie, alienazione e valorizzazione del patrimonio, Polizia Municipale, finanza di progetto e innovazione tecnologica.

A seguito delle dimissioni dell’Arch. Stefano Prisco, che ancora ringrazio per il lavoro svolto, ho ritenuto opportuno azzerare le deleghe degli assessori e procedere ad una ridistribuzione delle stesse. Nella mia squadra amministrativa – dice il Sindaco Lello Abete – ho nominato nuovo assessore l’avv. Bruno Beneduce con delega alla Pubblica Istruzione, Affari legali e Cimitero. L’avv. Beneduce dall’alto profilo professionale, con passione politica e competenze qualificate, sono certo, potrà offrire un contributo all’azione amministrativa”.

Il Direttore - Giuseppe Piscopo

Pubblicato in News

QUADRI DI PITTURA CLASSICA E DIVISIONISMO

 Sant’Anastasia – NA – Saranno esposte nelle sale di attesa dei vari reparti e nei servizi del neo-Ospedale del Mare 54 litografie del M° Domenico Rea, affermato e quotato pittore, che vanta una lunga carriera artistica ed una vita dedicata all’arte, con le sue tappe e le sue evoluzioni. Con delibere del Direttore Generale dell'ASL NA1 centro, Dr. Mario Forlenza, nel rispetto del regolamento aziendale, è stata accolta la donazione delle opere da parte del pittore anastasiano, con la loro acquisizione al patrimonio ed inventario. Le litografie donate sono frutto di due dei vari e specifici percorsi pittorici del Rea: il classicismo e il divisionismo, dal paesaggio alla tecnica degli equilibri tonali.

Mi trovai nell'Ospedale del Mare tempo fa e rimasi colpito dalla bellezza della nuova struttura, un'opera importante per tutto il territorio. Avvertii il desidero di vedere quel luogo pieno di quadri ed ora mi sento gratificato dall'onore che mi è stato dato accettando la donazione delle opere – dice il M° Rea – che rivelano una parte del mio sviluppo pittorico. Ho avuto varie evoluzioni nel percorso artistico, dal paesaggio al simbolismo (quadri di denuncia storica), dai frammenti (caos e frammentazione dell’uomo) al divisionismo, ed ultimamente sto lavorando ai collage. Spero di poter realizzare una mostra dei miei ultimi lavori a Sant'Anastasia. Ringrazio i vertici dell'Ospedale del Mare e mi sento veramente onorato perché ritengo importante lasciare in quel luogo un'impronta della mia arte e regalare emozioni a tutti coloro che poseranno lo sguardo sulle mie opere”.

E' motivo di orgoglio per la nostra comunità il fatto che il nostro artista contemporaneo abbia donato le sue litografie – commenta il Sindaco Lello Abete – alla moderna struttura ospedaliera. E' un bel gesto che certamente resterà nella memoria presente e futura”.

    Il Direttore - Giuseppe Piscopo

 

Pubblicato in Arte